Senza Titolo

Francesco Gottardi / VENEZIATocca ad Andrea Soncin, di nuovo. Il Venezia ha scelto l'allenatore della Primavera ad interim, per guidare la prima squadra dopo l'esonero di Javorcic. La soluzione interna era nell'aria: sull'asse Viale Ancona-New York sono state 48 ore tribolate, con il presidente Niederauer a sottolineare che gli arancioneroverdi "hanno troppo talento per una simile situazione di classifica". Serviva un gestore, dunque, anche considerato che finora i principali profili sondati dal club - da Iachini a D'Aversa - hanno tutti tergiversato. Al momento, in caso di una brutta sconfitta a Como, i candidati in prima fila sono Alfredo Aglietti (ex Chievo) e Roberto D'Aversa (ex Samp).Il PROFILO. Per il "Cobra" arriva così un altro saliscendi al Taliercio: era già stato promosso dopo l'esonero di Zanetti in primavera, traghettando Ceccaroni e compagni fino al verdetto della retrocessione. Tra i suoi meriti, l'aver restituito serenità a uno spogliatoio in piena crisi di identità e risultati: i pareggi contro Roma e Cagliari, più la pirotecnica vittoria sul Bologna, hanno permesso al Venezia di congedarsi dalla Serie A a testa alta. Il peccato capitale è stato invece fallire lo spareggio salvezza contro la Salernitana, quando i giochi erano ancora aperti, optando per scelte tattiche e tecniche - Peretz titolare all'improvviso - poco fortunate. Oggi la situazione è tutt'altra: siamo a novembre, la Serie B è ancora lunga, all'orizzonte non c'è alcuna sfida da dentro o fuori. L'assenza di pressione potrebbe dunque giovare a Soncin, 44 anni, che nel frattempo ha continuato a condurre egregiamente la Primavera - 5 vittorie e 2 pareggi - nel campionato in corso. Se anche i risultati alla testa dei grandi saranno dalla sua, non è escluso che la dirigenza tramuti la nomina ad interim in definitiva. Intanto, nella giornata di martedì, l'allenatore ha condotto il primo allenamento con la squadra.LA SITUAZIONE. Resta il fatto che per l'ambizioso Venezia, tutto ciò sa di ferita nell'orgoglio. Per quanto l'operazione homemade tenda a mascherare l'evidenza: il piano di ripartenza con Javorcic è fallito ancora prima di cominciare. E ormai le voci corrono. Chi mai accetterebbe una missione del genere? L'unico ad aver poco da perdere è proprio Soncin. Il dito dietro cui nascondersi, e a cui va fatto un sincero in bocca al lupo per quest'impresa. La prima tappa sarà domenica in casa del Como di Cesc Fabregas: le due squadre sono al penultimo posto con 9 punti.LO STAFF. Il Venezia ha inoltre comunicato i componenti dello staff di Soncin. L'allenatore in seconda sarà Alessandro Turone, Maurizio Peccarisi e Gilberto Voltolina agiranno da collaboratori tecnici, Francesco Cavedon e Andrea Disderi da preparatori atletici. Confermati il match analist Alessio Chiarin e Massimo Lotti, storico allenatore dei portieri. --