Una Calvi rimaneggiata cede (0-3) al Camisano

NOALEDue gol di testa e una rete nel finale eliminano la Calvi Noale dalla Coppa Italia. La squadra di Pulzetti, con una formazione rimaneggiata rispetto a quella titolare, viene sconfitta per 3 a 0 dal Camisano. Pesano i due gol (praticamente uguali) presi nei minuti iniziali delle due frazioni di gioco. Il primo arriva al 10': il Camisano batte un corner corto, Sciancalepore crossa forte in mezzo verso l'area piccola e trova la testa di Colman Castro per il vantaggio ospite. Il raddoppio è quasi una fotocopia e arriva al 4' della ripresa. Sempre dopo un calcio d'angolo corto, Sciancalepore si ripete con un gran cross sul secondo palo dove trova Rampazzo, che fa la sponda, sempre all'interno dell'area piccola, per la testa di Campesan, che sigla il raddoppio.La Calvi in realtà ha anche le sue occasioni, in particolare grazie all'asse Losso-Berto sulla fascia destra, ma non riesce a concretizzare e a centrare la porta. Gli attaccanti sembrano essere fuori dal match e poco lucidi quando prendono palla nella trequarti. Camisano amministra e, come per quasi tutta la partita, si fa pericolosa con le ripartenze, arrivando con aggressività nell'area di rigore noalese. La Calvi soffre il forte pressing degli ospiti, che, a 10 minuti dalla fine, grazie alla pressione alta, chiudono definitivamente la partita. Rampazzo attacca i due centrali della Calvi al limite dell'area, che pasticciano e regalano palla al numero 20. L'attaccate controlla e scaglia un missile imparabile sotto la traversa. Partita chiusa e Calvi eliminata dalla fase regionale della Coppa Italia, mentre Camisano vola ai quarti. --Federico Busato