Trasportatore 41 enne muore di peritonite Gli amici sotto choc

JESOLOMorto prematuramente per una peritonite improvvisa l'autotrasportatore Giampaolo Vianello di 41 anni, assunto da 20 anni alla ditta R. Busanel & F.lli Import Export Prodotti Ittici di Eraclea. Sconvolti dalla sua scomparsa, avvenuta martedì in una stanza dell'ospedale di San Donà, i parenti della zona fra piazza Milano e via Corer e i molti amici che lo avevano visto fino a qualche giorno prima di essere ricoverato sabato con forti dolori al ventre e che lui stesso, fino all'ultimo, aveva rassicurato sull'esito dell'intervento chirurgico effettuato in extremis e che invece purtroppo era già senza speranze.Persona molto socievole, allegro, dal carattere gioviale, di compagnia, ma anche generoso, sempre pronto ad aiutare il prossimo e a donare agli altri. «Un vero raggio di sole» lo descrivono affranti i famigliari della fidanzata Beatrice Montagner, noti ristoratori gestori del ristorante Trocadero di Cortellazzo «Giampaolo se ne è andato così velocemente che non riusciamo ancora a capacitarci del grande vuoto che ha lasciato. Aveva molti progetti per il futuro e tutta la vita davanti, ma soprattutto il desiderio di formare una bella famiglia nella casa che aveva acquistato anni fa e finito di arredare con la compagna Beatrice, con cui era assieme da 13 anni, in via Sibilla Aleramo zona Campana». Giampaolo Vianello amava molto gli animali, soprattutto i cani e i gatti. Curava quotidianamente con molta dedizione i suoi cani Luna e Lucky, e il suo gatto, a cui riservava i migliori alimenti e mille attenzioni. Amava collezionare ricordi di viaggio dalle varie mete di vacanza visitate. Fra gli hobby e le passioni che coltivava: era sempre felice di cucinare per gli amici e organizzare feste assieme a loro, inoltre amava il giardinaggio ed era tifoso della Juventus, sua squadra del cuore. Da martedì in tanti, jesolani ma anche amici di tutto il Veneto Orientale, sono passati a fare le condoglianze di persona nella sua casa a Jesolo o alla famiglia di origine. Anche il sindaco di Jesolo, Christofer De Zotti, appresa la notizia della tragica scomparsa delll'uomo, ha portato ai famigliari le sue personali condoglianze e quelle di tutta l'amministrazione. Lascia nel dolore i genitori Arduino e Cristina, la sorella Barbara e la fidanzata Beatrice, oltre ai tanti parenti e amici ancora increduli per quanto accaduto. Entrambi le cerimonie, del rosario che si svolgerà venerdì alle 17 e dei funerali che si terranno sabato alle 10, si svolgeranno nella chiesa di Santo Liberale e Mauro di piazza Milano. --Francesco Macaluso © RIPRODUZIONE RISERVATA