Casellati traina FI Eletta in Basilicata e "azzurri" al 9%

La vittoria in trasferta? Vale doppio. La presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati torna a palazzo Madama grazie al trionfo in Basilicata: con il 36,1% ha superato di 12 punti e 22 mila voti Antonio Materdomini del M5S fermo al 24,3%. E la lista di Forza Italia, grazie al suo traino, ha raggiunto l'8,99%, uno dei migliori risultati della Penisola, nettamente superiore alla media nazionale, due punti oltre il dato raccolto da Annamaria Bernini nel collegio di Padova. Sulla pagina Facebook compare ancora il video con la presidente che depone la scheda nell'urna di una scuola elementare, con un esplicito appello ad «esercitare il diritto-dovere del voto che consente a ciascun cittadino di contribuire alla costruzione del progetto per il Paese». Il segreto del successo? Elisabetta Casellati ha subito definito la Basilicata una terra "magnifica" e per un mese ha partecipato alle feste religiose e popolari della Lucania. Il feeling si è cementato tra la visita al santuario di Santa Maria Assunta a Pescopagano e la Madonna del Carmine di Avigliano e gli altri luoghi di culto.Processioni con i fedeli, rispetto dei valori della fede e un programma di rilancio di una «terra meravigliosa, che mi onoro di rappresentare» la litania dei suoi incontri elettorali. Annamaria Bernini che le ha "usurpato" il collegio, a Padova si è vista solo due volte, una toccata e fuga con rientro a Bologna. Complessivamente i voti per la Casellati sono stati 88.277. Ora lo staff di Antonio Tajani sta riflettendo sulla strategia adottata al Nord: Annamaria Bernini si è fermata al 6,9% a Padova mentre Licia Ronzulli, la plenipotenziaria delle candidature, non è andata oltre l'8,37% a Como. --al.sal.