Il Caorle ne azzecca due Frastornato Portomansuè

LA SALUTE DI LIVENZAIl Caorle La Salute sfodera una prestazione di qualità e orgoglio, battendo il Portomansuè in rimonta. Sul campo di La Salute (indisponibile Caorle), i ragazzi di Tasca hanno fallito un rigore con Della Bianca, poi sono andati sotto pur in superiorità numerica, ma nel corso della ripresa hanno ribaltato il match con una doppietta dell'eterno Della Bianca (classe '83). Prova collettiva maiuscola, con citazione per i giovani Ferrazzo e Pagnoni. Dall'altra parte, male il Portonansuè, già battuto dal CLS in Coppa Italia: la squadra ha alternato fasi positive a cali di tensione, evidenziando un'incompletezza di fondo. Marchetti resterà in panchina dopo un punto in tre gare? La cronaca: 15', su una palla filtrante Della Bianca si frappone fra la sfera e De Biasi che lo butta giù. Dal dischetto va lo stesso ariete di Pramaggiore, che si fa deviare in tuffo il tiro da Ruggiu. Il Portomansuè reagisce al 29' con un assist da sinistra di Furlan, non deviato d'un soffio da Colombera. Pochi istanti dopo palo pieno di Dassiè con un tiro a giro. 35', ospiti scoperti su un contropiede, Ferrarese corre verso l'area palla al piede e Pramparo, fuori posizione, lo stende. E' rosso per fallo da ultimo uomo. Nella ripresa, tuttavia, la squadra di Marchetti non sembra risentire dell'uomo in meno e al 6' la sblocca: Pavarini lavora un bel pallone a destra, lo porge al giovanre Tomasella che controlla e si gira in modo fulmineo, sparando la botta sotto la traversa. Al 23' biancoverdi ancora insidiosi con un colpo di testa in corsa del neo entrato Cardin. Al 28' ecco il pareggio: da angolo palla in area, dove l'indisturbato Della Bianca la gira di testa sul secondo palo. Al 34' il numero nove completa la sua "redenzione", bucando di sinistro Ruggiu sul secondo palo, dopo ottimo lavoro di Ferrazzo. Nell'interminabile recupero Biasi becca il secondo giallo e ripristina la parità numerica, al 51' il neo entrato Urbanetto scaglia la botta da ottima posizione, ma il tiro centrale è preda di Dal Ben. --Gianluca Rossitto