Chiodi nel giardino domani la rimozione

TORRE DI MOSTOChiodi e pezzi di ferro nel giardino della scuola primaria appena riaperta dopo la ristrutturazione, domani la ditta incaricata dei lavori eseguirà la bonifica. Ha destato una certa apprensione, tra i genitori dei bambini della primaria Filiberto, la comunicazione inviata dalla dirigente scolastica Laura Zadro, che ha disposto il divieto di utilizzare il giardino del plesso fino «a verifica e bonifica da parte dell'amministrazione comunale del terreno sottostante al manto erboso artificiale, visto il rinvenimento di materiale pericoloso per la sicurezza degli alunni». I materiali sono piccoli chiodi di 2-3 cm e fili di ferro di una decina di centimetri. Dopo un primo sopralluogo, venerdì i tecnici comunali hanno già eseguito una bonifica iniziale con l'ausilio di una calamita. Domani interverrà la ditta esecutrice, che completerà la bonifica sopra e sotto il manto erboso e il ghiaino. «Non mi risulta che alcun bambino si sia fatto male», spiega il sindaco Mazzarotto, «Probabilmente, quando gli operai hanno rimosso l'impalcatura e rimesso il manto e il ghiaino, qualche chiodo o pezzo di ferro è rimasto un po' troppo in superficie oppure è fuoriuscito dal tessuto verde. Il cantiere è finito da poco e avevamo la necessità di far rientrare presto gli alunni, che non potevano più stare nei locali che li ospitavano all'oratorio». --G.MO.