Una rete di piste ciclabili a Eraclea per il turismo slow fuori stagione

ERACLEAUna rete di piste ciclabili per il rilancio del turismo "slow" a Eraclea Mare. E la località balneare si rilancia anche nella bassa stagione. Un modo per attirare i moltissimi amanti della natura e del contatto con l'ambiente. Per la prima volta Eraclea ci prova ad accogliere i turisti anche in autunno e inverno, purché ci sia una risposta degli operatori. L'assessore al turismo, Luca Zerbini, ci crede e ha speso molte energie nel promuovere le ciclabili dopo che il Comune, con la sindaca Nadia Zanchin, ha voluto sistemare tutti i percorsi e la Pineta. "È stata una stagione con ottimi livelli di presenze", premette Zerbini, "con il ritorno dei turisti italiani e stranieri. Per aumentare i servizi e l'offerta turistica anche per i prossimi mesi, l'amministrazione ha deciso di implementare le funzioni dell'app del Comune "Oone Beach", inserendo e mappando alcuni itinerari ciclabili del territorio davvero affascinanti". Per accedere è necessario registrarsi all'app: https: //eraclea. oonebeach. com/login. html. Le proposte prevedono un primo percorso per scoprire l'entroterra con un tracciato che si snoda tra le terre di bonifica, dove sono sorte importanti aziende agricole che rappresentano delle eccellenze del territorio. "In questo percorso", precisa il vice sindaco, "è possibile riscoprire importanti manufatti che hanno segnato la storia della bonifica come l'idrovora di Torre di Fine e lo storico ponte di Brian. Lungo il percorso si possono vedere le innovative tecniche di coltura sostenibile. L'itinerario conduce infatti all'Azienda La Fagiana e la Tenuta La Spiga. Il secondo è un percorso altrettanto spettacolare che segue il tracciato del Piave e, in un'atmosfera tranquilla e rilassata, per raggiungere il capoluogo. Nel tragitto, il caratteristico ponte di barche e le affascinanti bilance da pesca. "Selezionando il percorso", conclude, "si accederà a una breve descrizione dell'itinerario con la mappa scaricabile. Attualmente sono caricati due percorsi ma vogliamo implementarli, anche grazie ai suggerimenti dei cittadini. L'iniziativa ha il preciso obiettivo di promuovere un turismo lento e sostenibile e far scoprire il territorio valorizzare le eccellenze". L'ultima parola spetta ad albergatori e commercianti perché investano nell'allungamento stagionale. --Giovanni Cagnassi© RIPRODUZIONE RISERVATA