Senza Titolo

il saluto«L'anno sabbatico per motivi personali è una scelta che fa parte del cammino. Ho voluto prendermi questo tempo di riflessione, d'accordo con il vescovo monsignor Tomasi». Don Francesco Garofalo, con il suo annuncio, domenica ha lasciato senza parole i fedeli: saluterà la comunità parrocchiale di Martellago, dove era arrivato da cinque anni, per prendersi dodici mesi di pausa. «Sono scelte che vanno pesate, che sono impegnative, ma vanno vissute con serenità e fiducia», spiega don Francesco, «Il vescovo ci teneva a far presente il nome del nuovo parroco, di qui l'annuncio fatto domenica in chiesa».La notizia ha iniziato a circolare per il paese tra voci, supposizioni, tentativi di dare una spiegazione ai generici "motivi personali" addotti da don Francesco per giustificare il suo saluto. «La mormorazione è uno sport in voga, ma la scelta è stata presa al di là di quello che dicono e pensano le persone», chiarisce il sacerdote, classe 1971, che prima di arrivare alla guida della comunità di Martellago era stato insegnante per 12 anni al Seminario vescovile di Treviso.I tempi del saluto di don Garofalo dovranno essere decisi prossimamente assieme al vescovo, tendenzialmente entro il mese di ottobre proprio per consentire alla parrocchia di iniziare il nuovo anno pastorale, con tutte le attività, assieme al nuovo parroco che sarà don Matteo Gatto, proveniente dalla parrocchia di San Giuseppe di Treviso. Noalese, classe 1968, don Gatto è sacerdote dal 2000 ed è stato tra l'altro direttore dell'Istituto diocesano di musica sacra. Così come da decidere sarà la destinazione di don Francesco che potrebbe scegliere di trascorrere il prossimo anno lontano dalla diocesi, proprio per favorire il periodo di riflessione, oppure in una struttura religiosa concordata con monsignor Tomasi. Cambio di parroco anche a Scorzè e Cappella: don Massimo Gallina saluta le due comunità, per andare a prestare servizio al Duomo di San Donà, in sostituzione di monsignor Paolo Carnio, che lascia l'incarico per raggiunti limiti d'età. Don Gallina era a Scorzè dal 2012. Ancora non è stato reso noto chi sarà chiamato a sostituirlo. --rubina bon© RIPRODUZIONE RISERVATA