Novantenne alla guida di una Fiesta si scontra con un centauro di 23

SAN STINO DI LIVENZACentauro in prognosi riservata, altre due persone ricoverate con ferite più lievi, un altro centauro ancora era caduto nello stesso territorio comunale: giornate costellata di incidenti nel territorio di San Stino. L'evento più grave si è verificato ieri nel tardo pomeriggio, attorno alle 17, quando si sono scontrate una vecchia Ford Fiesta, alla cui guida c'era un uomo di 91 anni di San Stino di Livenza, e una moto Ducati in sella alla quale procedeva un 23enne di Gorgo al Monticano. Il fatto è accaduto sulla strada provinciale 59, in località Contarina. L' Ascom di Caorle più volte ha sollevato proteste per le condizioni dell'asfalto, che sono indecenti. Secondo una prima ricostruzione dei soccorritori la Ford Fiesta è sbucata da una strada laterale, impegnando uno stop, mentre la moto stava viaggiando da Caorle, in direzione di San Stino, che in questo caso coincide con la direzione verso Treviso. Il motociclista è poi finito contro un palo prima di cadere violentemente a terra. Le sue condizioni sono apparse subito gravi, anche se all'inizio era cosciente e rispondeva alle domande dei soccorritori, ovvero gli equipaggi del Suem 118 di Caorle e, poi, di Treviso emergenza. Poco distante è atterrato anche l'elisoccorso. Sul posto sono intervenuti rapidamente anche il soccorso stradale Vaccaro di Caorle, la Polizia locale di San Stino per i rilievi di legge. Il centauro, che all'inizio era cosciente, è ricoverato all'ospedale dell'Angelo di Mestre. Ieri mattina alle 8 un centauro di Trieste è caduto nello stesso punto, più o meno in cui si è verificato poi l'incidente grave del pomeriggio. Il motociclista era in sella a una Triumph, e ha rimediato la frattura della clavicola, venendo ricoverato a Portogruaro. Anche qui Vaccaro sul posto col Suem. Infine alle 9.30 circa un 67enne di Caneva alla guida di una Fiat Panda è finito ruote all'aria, mentre percorreva corso Cavour a La Salute, viaggiando in direzione della rotatoria: è stato ricoverato a Portogruaro. --Rosario Padovano