Veneto, terra dei mille missionari Storie di sacrifici, fede e martirio

I VOLONTARIIeri notte suor Maria De Coppi. Ma l'anno scorso, in Perù, il 24 aprile, è stata uccisa Nadia De Munari, missionaria laica, di Schio, uccisa a cinquant'anni in un ospedale di Lima, dopo essere stata aggredita nella notte a Nuevo Chimbote. Sempre nel 2021, e sempre a fine aprile, venne gambizzato il vicentino padre Cristian Carlassare, comboniano, 45 anni, poche settimane prima di diventare vescovo. Riuscì a salvarsi, e dopo un periodo di convalescenza nella sua terra, è tornato in Sud Sudan, dove ha ricevuto l'ordinazione, Nel gennaio scorso è stato beatificato il missionario padre Cosma Spessotto, ucciso in piena guerra civile salvadoregna, nel 1980, secondo i dati in possesso dell'Ufficio di Cooperazione missionaria tra le Chiese, sono in tutto sono più di 1900 i missionari del Triveneto inclusi i religiosi, i "fidei donum" (inviati dalla diocesi) e i laici. Il Veneto è da sempre tra le regioni con il più alto numero di missionari. In tutta Italia, ancora pochi anni fa, nel 2014, i missionari italiani nel mondo erano in tutto circa 10mila. L'età media di chi ha scelto di partire si è alzata con il tempo ed era, sei anni fa, di 63 anni. Pochi i giovani e soprattutto un trend in costante calo dai primi anni '90, quando si toccò il record di 20mila presenze di missionari italiani all'estero. Stando ai dati degli archivi storici nel 1934 l'Italia aveva 4.013 missionari, nel 1943 erano 7.713, nel 1954 più o meno quanti ce ne sono oggi, 10.523, fino a toccare i 16.000 negli anni Ottanta, e oltre 20.000 nel 1991. A partire da allora il calo, con la sola eccezione dei laici, che sono invece aumentati nel corso del tempo. Il calo ha riguardato anche il Veneto. Una pubblicazione del 2008 a cura della diocesi di Venezia sui calcolava che all'epoca erano 3471 i «missionari veneti che percorrono le strade dei cinque continenti» e che corrispondevano, in Veneto, ad «altrettante associazioni, gruppi missionari, parrocchie, movimenti, congregazioni di riferimento e di sostegno». Per fare solo un esempio, la sola diocesi di Vicenza nel 2008 aveva oltre 1100 missionari, oggi ne ha circa 500. Sono, invece, 1.017 le suore Comboniane impegnante nelle missioni nel mondo, appartenenti a 34 nazionalità (608 europee, 248 africane, 157 americane, 4 asiatiche), con un'eta' media di 70 anni. La congregazione cui apparteneva suor Maria De Coppi compie 150 anni di fondazione proprio in questi giorni. La congregazione ricorderà la propria nascita il 14 settembre prossimo nella casa madre a Verona, con l'inaugurazione della mostra "Una promessa che continua". La diocesi di Vittorio Veneto è presente oggi con 21 missionari in Africa, altrettanti in America Latina, 2 in America Settentrionale, 8 in Asia, 3 in Europa e uno in Oceania. Da 8 anni l'Ufficio Missionario della diocesi è guidato da una donna, Maria Grazia Salmaso, nata a Musile e per molto tempo residente a Ceggia. --F.D.M.