Don Marchiori lascia il Duomo per Montebelluna

SAN DONÀI fedeli avranno modo di salutarlo durante le messe di sabato 10 e domenica 11 settembre. Don Riccardo Marchiori lascia la parrocchia del Duomo di San Donà. Il vescovo Michele Tomasi gli ha conferito un doppio nuovo incarico. Sarà il nuovo vicario parrocchiale del Duomo di Montebelluna, oltre a rivestire il ruolo di collaboratore per la Pastorale giovanile della Collaborazione di Montebelluna.Don Riccardo, che quest'anno compie 33 anni, è originario di Spinea, della parrocchia di San Vito e Compagni Martiri. Ma a San Donà ha vissuto alcuni dei momenti finora più importanti del suo ministero. Nella parrocchia del Duomo di Santa Maria delle Grazie ha svolto il suo diaconato e poi vi ha trascorso i primi mesi del servizio sacerdotale, dopo l'ordinazione avvenuta il 26 giugno dello scorso anno. Adesso per lui un nuovo incarico a Montebelluna, che inizierà domenica 18 settembre. Prima, il 10 e l'11 settembre, l'ultimo abbraccio della comunità sandonatese. Due avvicendamenti anche tra le suore che gestiscono Casa Saretta. Dopo due anni di permanenza, ha lasciato la struttura suor Cristina Bordin, per trasferirsi a Padova. In questi giorni, al suo posto, è atteso l'arrivo di suor Antonella De Rossi, originaria di Thiene, ma proveniente dalla comunità di Belluno, che purtroppo deve chiudere. Casa Saretta è gestita dall'Istituto delle suore di Maria Bambina. «Li ringraziamo per il servizio svolto nella nostra comunità e li accompagniamo con la nostra preghiera e il nostro affetto», è il saluto rivolto dalla comunità nel volantino delle attività pastorali di settembre. Da segnalare, infine, che per la tradizionale Festa della Madonna del Colera, in programma il 18 settembre, è atteso in città monsignor Bruno Mazzoccato, arcivescovo di Udine. --GIOVANNI MONFORTE© RIPRODUZIONE RISERVATA