Esplosione in casa trovato arsenale di ordigni bellici

Nella casa di via Trentin, dove sabato pomeriggio per l'esplosione di un proiettile d'artiglieria è morto Mauro Palamin, 60 anni, ieri sono intervenuti gli artificieri dell'Esercito. Infatti sono stati trovati altri ordigni bellici da prelevare e distruggere. Rimangono ancora molto gravi le condizioni di Domingo Cusin, 48 anni, l'amico di Palamin e con il quale stava cercando di disinnescare l'ordigno. L'uomo rimane sempre in pericolo di vita, ed è stato trasferito in serata in ospedale a San Donà. Sulla questione sicurezza interviene un esperto. «La gente pensa che siano souvenir, senza capirne il pericolo». mion / PAgine 22 e 23