Delle Vedove di Camponogara vince l'oro mondiale a squadre

TEL AVIVÈ medaglia d'oro, Alessio Delle Vedove trascina il quartetto dell'Italia alla conquista del titolo mondiale juniores dell'inseguimento a squadre. Il trionfo è arrivato ieri pomeriggio, sulla pista del velodromo Sylvan Adams National di Tel Aviv, in Israele. Uno splendido successo che ha visto protagonista Delle Vedove, pistard di Camponogara, insieme ai compagni di squadra: il lombardo Matteo Fiorin, il vicentino Renato Favero e i liguri Luca Giaimi e Andrea Raccagni Noviero, quest'ultimo impiegato nelle qualifiche. Delle Vedove e Favero sono anche compagni di squadra a livello societario, correndo per la trevigiana Borgo Molino Vigna Fiorita. Mentre Raccagni Noviero è tesserato per la padovana Work Service Speedy Bike. In Israele, uniti sotto il colore della casacca azzurra, sono stati grandi protagonisti. Nella finale il quartetto azzurro ha superato la Germania, fermando il cronometro a 3'58"853 contro i 4'00"779 dei tedeschi. È stata una finale emozionante, con la Germania partita più forte. Ma ben presto l'Italia ha messo la freccia e si è presa il comando della gara, conquistando la medaglia d'oro e sfiorando per 6 centesimi il record del mondo. Già nella giornata inaugurale di martedì, Delle Vedove e compagni avevano dimostrato di essere i più forti. Nelle gare del mattino avevano stabilito il miglior tempo (4'01"640), nel primo turno del pomeriggio erano riusciti a raggiungere gli avversari dell'Australia dopo 3 km. Le premesse per il trionfo in finale contro la Germania c'erano tutte. Con il titolo mondiale nell'inseguimento a squadre, Delle Vedove corona una stagione per lui eccezionale. Si era già laureato nella stessa specialità campione europeo e italiano, senza dimenticare le sette vittorie conquistate finora su strada. Classe 2004, nato a Dolo, Delle Vedove risiede nella vicina Camponogara, che per il suo campione è già in tripudio, ed è cresciuto ciclisticamente nell'Uc Mirano. Per lui i Mondiali non sono ancora finiti, sabato si cimenterà nella Madison con Lorenzo Anniballi. Sognare ancora si può. --GIOVANNI MONFORTE