Auto salta una precedenza all'incrocio Scontro con un autobus: cinque feriti

Giovanni Cagnassi / JESOLOGrave incidente in via Gorizia all'incrocio con via Palladio ieri nel primo pomeriggio al lido tra un autobus Atvo e un'auto. Poteva avere conseguenze molto gravi perché il mezzo pubblico è finito direttamente nel cortile di un'abitazione dove fortunatamente non c'era nessuno in quell'istante. Increduli i residenti davanti a quella scena apocalittica che in breve tempo ha riempito la strada di gente. Molti credevano che fossero morte delle persone, tanta era la concitazione, la paura, la frenesia dei soccorsi, il viavai di forze di polizia e pompieri con le sirene che hanno squarciato il silenzio di un pomeriggio tranquillo sul litorale. Il bilancio alla fine è comunque pesante: cinque feriti, due di questi sono ricoverati in gravi condizioni, trasportati in elisoccorso all'ospedale di Mestre. Due i mezzi coinvolti: un autobus di linea sul litorale e una Lancia Ypsilon. Ferite le due ragazze a bordo dell'auto, quindi tre i feriti sul bus tra cui l'autista. Le più gravi sono le due ragazze nell'auto e anche l'autista del bus. I veicoli coinvolti sono stati tutti sequestrati e avvisato il Pubblico ministero di turno per gli accertamenti. Sul posto, la polizia locale di Jesolo con i vigili del fuoco di Jesolo e Mestre, il 118 con tre ambulanze e l'elisoccorso, quindi il personale dell'Atvo per tutte le verifiche e l'organizzazione del nuovo servizio di trasporto dopo lo scontro. L'incidente è avvenuto al lido, verso le 13. 30, nella zona ovest. Il bus di linea di Atvo era partito da Punta Sabbioni, nel Comune di Cavallino-Treporti, con destinazione terminal di Jesolo, in via Equilio. La percorrenza urbana è lungo via Gorizia, quindi lungo l'asse viario tra i più importanti per la viabilità sul litorale. A bordo del bus, una quindicina di passeggeri, turisti e residenti. All'altezza dell'incrocio con via Palladio è sopraggiunta la Lancia Ypsilon, con a bordo le due ragazze, entrambe di 22 anni. Alla guida della utilitaria, una giovane di origine ucraina e la passeggera, residente a Mussolente in provincia di Vicenza. Da una prima ricostruzione l'utilitaria non avrebbe rispettato la precedenza sulla strada principale. L'autista del bus ha cercato di evitare l'impatto con l'auto che è andata contro la parte anteriore destra del bus, vicino alla porta d'ingresso, spingendo così l'autobus alla sua sinistra. E infine l'autobus ha abbattuto il muro di cinta di una piccola palazzina di via Gorizia, terminando la corsa contro l'angolo dell'abitazione stessa. Sul posto sono arrivati subito i sanitari del Suem di Jesolo e due elicotteri del 118. Le due ragazze sono state portate negli ospedali di Treviso e Mestre in gravi condizioni. L'autista, che ha 61 anni, 38 di servizio, ha riportato un'importante lesione alla testa ed è stato portato in ambulanza all'ospedale di San Donà anche lui in condizioni gravi.Infine un paio di passeggeri hanno riportato solo lievi contusioni a parte la paura e lo shock vissuto. --© RIPRODUZIONE RISERVATA