Emergenza idrica ecco la nuova condotta

TORRE DI MOSTOUna nuova condotta scongiurerà in modo definitivo il rischio del ripetersi dell'emergenza idrica vissuta quest'anno a causa della risalita del cuneo salino sul Livenza, che per alcuni giorni ha lasciato all'asciutto parte delle utenze di Caorle. Mentre la situazione del fiume è migliorata grazie alle piogge di questi giorni, sono in dirittura d'arrivo i lavori per la costruzione di una nuova condotta interrata, dal diametro nominale 400, a servizio dell'impianto di potabilizzazione di Sant'Anna di Boccafossa. Quest'ultimo serve la rete idrica di Caorle, Eraclea Mare e una parte di Torre di Mosto. Nei giorni dell'emergenza idrica, era stato realizzato, grazie anche all'impegno della protezione civile, un bypass che ha consentito di prelevare l'acqua dal canale Brian. La nuova condotta è stata realizzata da Veritas, in collaborazione con il Consorzio di bonifica Veneto Orientale, e di fatto rende stabile il collegamento con il canale Brian, consentendo di intervenire in poche ore, senza interrompere l'erogazione dell'acqua in caso di emergenza. Si tratta di una tubazione fissa che pesca nel Brian a ridosso del ponte di ferro della frazione. Quindi, con una condotta sotto strada che attraversa buona parte della località, l'acqua viene convogliata a circa 500 metri di distanza fino all'impianto di potabilizzazione. --G.MO.