Senza Titolo

MusileCaos centraliniserve una AppUn'App per superare il problema del caos al centralino telefonico del distretto sanitario. È la proposta lanciata dalla Lista Lava, che ha sollevato il problema in Consiglio. "APPuntamentoMEDICO" è il nome coniato dalla lista per l'App, attraverso cui il paziente può chiedere un appuntamento per una visita, evidenziando sintomi e problematiche. L'operatore sanitario valuterà la priorità da assegnare alla richiesta e si consulterà con il medico. Quindi, stabilita la priorità da dare alla richiesta, l'operatore comunicherà al paziente, sempre via App, data e ora della visita. «Così non si costringe il cittadino a ore di inutile attesa e si lascia libera la linea telefonica per chi ha effettiva urgenza o problemi a interfacciarsi con l'App», spiega Ildebrando Lava.Torre di Mosto Funerali in Pugliaper Michele BeatoLa Procura di Venezia ha concesso il nulla osta ai funerali di Michele Beato, il 57enne che si è tolto la vita nella sua abitazione di Torre di Mosto, dopo aver accoltellato più volte la moglie Rosa Silletti. La donna fortunatamente se l'è cavata, nonostante le numerose ferite inferte dal marito, con cui non viveva più da mesi. Dopo il dissequestro, oggi la salma sarà trasferita da un'impresa di pompe funebri nel barese, terra di origine di Beato. Qui si terranno i funerali, che si svolgono in forma strettamente privata.San DonàMultato Falcierscatta la polemicaL'ex deputato Luciano Falcier finisce multato in centro a San Donà per divieto di sosta, ma è subito polemica su pagamenti e quote. Falcier non ha infatti contestato l'infrazione, ma l'impossibilità di pagare subito la sanzione il giorno stesso. Ha inoltre ricordato una sentenza della Cassazione secondo la quale andrebbe pagata la sanzione, ma intesa solo per il tempo non pagato con il ticket, che nel suo caso era della durata di una ora in più rispetto a quella già pagata.Noventa Manca la corrente, allagato il sottopassoDisagi al sottopasso di via Treponti - Gondulmera. È accaduto ieri mattina a Noventa di Piave a causa di un black out. Sul posto sono intervenuti la polizia locale, l'elettricista comunale e i volontari della protezione civile di Noventa, che hanno messo a disposizione il generatore per alimentare le pompe a immersione del sottopasso, consentendo di prosciugare il manufatto, dove si erano accumulati circa 15 cm di acqua.