L'aggressione nell'auto e poi l'allarme

Da sinistra: la rampa del garage di Torre di Mosto dove si è suicidato Michele Beato, sopra la guardia giurata. Qui a lato un dettaglio dell'auto guidata dalla donna e, a destra, personale del Suem e i carabinieri davanti all'auto dove Beato ha aggredito e accoltellato più volte la moglie Rosa Silletti, ferendola gravemente. FOTOSERVIZIO VIANELLO