Senza Titolo

La Fondazione Venezia capitale mondiale della Sostenibilità è nata in primavera con l'obiettivo di mettere insieme istituzioni pubbliche e soggetti privati per progetti di sostenibilità. Il presidente è il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta. Dopo essere uscito da Forza Italia, di cui non ha condiviso la scelta di far cadere il governo Draghi, la sua rielezione in parlamento è fortemente a rischio. A settembre la presidenza della Fondazione - è stato nominato da Draghi - potrebbe essere la sua unica carica. L'attività della Fondazione è congelata, in attesa delle elezioni. Non solo per ciò che riguarda i seminari e gli incontri ma anche - aspetto più importante - per l'allargamento a ulteriori soci privati. Oggi, tra gli altri, ci sono Eni, Enel, Snam. In molti si chiedono: ci sarà, da parte di un probabile governo di centrodestra, la stessa volontà di sostenere, anche economicamente, la Fondazione guidata da Brunetta?