Senza Titolo

CAMPOLONGoÈ allarme in Riviera del Brenta, soprattutto nell'area sud, dopo che nel vicino Piovese un anziano è morto a causa di una encefalite causata dal virus West Nile. Il presidente della Conferenza dei sindaci dell'Usl 3 Andrea Martellato annuncia l'avvio di una campagna di disinfestazione straordinaria in accordo con i Comuni contigui al Piovese, ossia Campagna Lupia, Campolongo e Camponogara. «Il problema», spiega Martellato, «è all'attenzione dell'Usl 3. Sarà avviata già la prossima settimana, in coordinamento fra Veritas e l'Usl 3, una campagna di disinfestazione straordinaria nei Comuni di Campolongo, Campagna Lupia e Camponogara, i territori comunali contigui all'area del focolaio del Piovese. Oltre alla disinfestazione delle aree pubbliche, restano sempre i suggerimenti ai privati per l'acquisto di larvicidi e l'attenzione a non far proliferare gli insetti lasciando acque stagnanti in aree scoperte e nei sottovasi».Intanto anche a Mira i residenti denunciano parchi infestati dalle zanzare che pungono di giorno. Si tratta in questo caso delle fastidiose zanzare tigre. A sollevare il problema a Campolongo sono i consiglieri di opposizione. «Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni da cittadini del nostro Comune e della Riviera che sono preoccupati della nuova emergenza, con il decesso di un cittadino e un ricovero urgente all'ospedale di Piove di Sacco per encefalite da West Nile», dichiarano i consiglieri Elena Casalicchio, Marika Donola e Stefano Molena, «Si tratta di un virus portato principalmente dalla zanzara culex pipiens. Visto che il problema può riguardare anche il nostro territorio, vista la prossimità, chiediamo al Comune di Campolongo e all'Usl 3 Serenissima informazioni urgenti nel merito per un piano di sicurezza proprio per rassicurare i nostri concittadini. Serve da Veritas un'azione più decisa di disinfestazione». --Alessandro Abbadir