«Donna di grande cultura impegnata nel sociale»

TORRE DI MOSTO«Paola era una donna di grande cultura. Amava l'arte e la letteratura ed era stata molto impegnata nel sociale e nel volontariato». Chi ha conosciuto Paola Geretto non si capacita di quanto le è accaduto. I Geretto sono una famiglia storica del paese. Il papà di Paola, Giuseppe Geretto, venuto a mancare diversi anni fa, è stato dipendente comunale, presidente dell'Associazione cacciatori e fondatore della sezione Combattenti e reduci di Torre di Mosto, che porta il suo nome. La mamma era una storica maestra del paese. Paola aveva un fratello, mancato diverso tempo fa. Aveva vissuto a lungo lontano da Torre di Mosto. Era stata sposata con un giornalista della Rai, Luigi Parola, morto nel 2016. Insieme avevano vissuto a Roma. Paola Geretto aveva lavorato come dirigente dell'Istat, l'Istituto nazionale di statistica. In precedenza aveva insegnato all'Università di Macerata, docente di Automazione di archivi e biblioteche. Rimasta vedova, si era fermata a vivere a Torre di Mosto. In paese non la si vedeva molto, anche perché sembra avesse qualche problema di deambulazione. Non aveva figli ma era molto legata al figlio del marito. L'uomo è stato raggiunto all'estero dalla notizia della tragedia. È atteso in paese nelle prossime ore. «Siamo costernati per questo dramma», ha commentato il sindaco Maurizio Mazzarotto, «la signora Paola era tornata a vivere qui da un po' di tempo, siamo vicini ai suoi cari. La famiglia Geretto ha rappresentato molto per il nostro territorio». --G.MO.