La Calvi Noale non va oltre al pareggio Arbitro contestato

scardovariLa Calvi Noale non va oltre il pari 2-2 contro l'ultima in classifica Scardovari. Non basta aver rimontato l'iniziale svantaggio, perché alla mezz'ora del secondo tempo, il secondo rigore concesso ai padroni di casa blinda il risultato sul definitivo 2-2. La Calvi recrimina per un arbitraggio quanto meno discutibile, con i due rigori per lo Scardovari su cui c'è più di qualche dubbio.Confermare i tre punti dell'ultimo turno conquistati contro il San Giorgio in Bosco e dare continuità di risultati in prospettiva futura: è questo lo scopo principale della Calvi Noale, sfumata ormai qualsiasi velleità di classifica. Così l'unico risultato contemplato contro il fanalino di coda Scardovari è il successo che renderebbe meno amaro questo finale di stagione, altrimenti condito da troppi rimpianti per le tante occasioni fallite. In settimana Nico Pulzetti è stato chiaro. Provare a vincerle tutte per vedere chi, della rosa attualmente in gioco, possa avere delle chance per il prossimo campionato di Eccellenza. Spazio, quindi, anche ai giovani che tante soddisfazioni avevano riservato all'ex giocatore del Sandonà prima delle sconfitte consecutive che hanno frenato ogni facile entusiasmo. Nell'eleven start allora ecco ancora Fornea tra i pali, vista l'indisponibilità di Milan che non era ormai titolare da qualche partita. Al posto di Bortoluzzi, Vianello e viste ancora le assenze di Fantinato e De Vido, maglia da titolare per Peron, decisivo la settimana scorsa, e Chia che a De Vido era subentrato prima del fischio d'inizio contro il San Giorgio. Così riposo precauzionale per il bomber noalese ed esordio dal primo minuto per il giovane classe 2003 che già prima di domenica scorsa tanto bene aveva fatto subentrando a partita in corso. Pulzetti inoltre butta subito nella mischia Dell'Andrea e Bagarotto, rientrati dopo il turno di squalifica. Pronti, via e al 14' c'è già il primo caso discutibile. Azione in area ospite per lo Scardovari, sembra ci sia carica su Fornea, invece il signor Malgnino di Castelfranco inverte la decisione e fischia il primo calcio di rigore. Dal dischetto l'ex di turno Caraceni non sbaglia. Al 28' arriva il pari esterno. Stalla insacca penetrando in area e battendo Zennaro. 1-1. Al 46' la Calvi firma il sorpasso. Questa volta dal dischetto c'è Coin che firma il 1-2. Nel secondo tempo Calvi che sente sulle gambe il primo vero caldo stagionale, ma resiste sino al 28' quando arriva il terzo rigore della partita. Dagli undici metri Bernardes insacca 2-2. Ultimi 15' in pressing offensivo con occasioni per De Vido e un palo di Pizzinato, ma il risultato non cambia. --alessandro torre