Senza Titolo

annoneIncidente mortale ieri attorno alle 17.30 a Motta di Livenza: a perdere la vita un 61enne di Annone, Franco Zorzetto. Il dramma si è verificato in via Case Brusade, una prosecuzione di via Riva Livenza. L'uomo stava procedendo con il suo scooter Kymko 300 in direzione Motta-Corbolone, verso la provincia di Venezia, quando per motivi in corso di ricostruzione da parte dei carabinieri è uscito da solo dalla carreggiata. Lo scooter è finito contro la segnaletica stradale ed è volato nel fossato che corre lungo la strada di campagna, in quel momento per nulla trafficata. Un urto violento: il motociclista è deceduto sul colpo. Da Treviso si è alzato l'elicottero di Treviso emergenza, sono state mandate ambulanza e auto medica, ma per lui non c'è stato nulla da fare. Una volta giunti i sanitari, l'uomo era già morto. Vicino al corpo, sul quale è stato posato un lenzuolo bianco, il casco. Più di qualcuno passando si è fermato per capire cosa fosse successo, poi sono arrivati anche alcuni conoscenti.Adesso starà ai militari approfondire le cause che hanno portato alla fuoriuscita autonoma: all'origine potrebbe esserci stato un errore, una distrazione o un malore. A breve il fascicolo arriverà sul tavolo del pubblico ministero di turno. Zorzetto rientrava dalla fabbrica di Motta di Livenza dove lavorava da decenni. Un tempo lavorava alla Forma Tre di Motta, poi aveva cambiato. Era originario del Trevigiano: la mamma era di Cessalto. Dopo il matrimonio, Franco Zorzetto si era stabilito sopra il bar di Loncon, ad Annone Veneto, in via Monsignore Lino Zovatto.Sposato, lascia la moglie e due figli, di cui uno, Jacopo Zorzetto, eccellente artista formatosi all'Accademia di Belle arti di Venezia.Franco era tanto riservato, quanto invece il figlio è conosciuto e apprezzato per i suoi dipinti, le sue creature eccentriche, ma anche in quanto cantante e strumentista.La notizia della tragedia ha raggiunto Annone mentre era riunita la giunta comunale. Commosso il sindaco Victor Luvison. «Quando lavoravo nel settore finanziario era uno dei miei clienti», ha detto il primo cittadino annonese, «Persona affabile e generosa, lascia un vuoto immenso nella comunità di Annone e in particolare nella frazione di Loncon. Sulla dinamica di questo incidente non abbiamo ancora notizie certe. Le nostre più sentite condoglianze alla famiglia». --Gloria GirardiniRosario Padovano© RIPRODUZIONE RISERVATA