Farmacista muore di infarto nel suo negozio

SOTTOMARINAÈ morto nella sua farmacia, in via Vespucci a Sottomarina, stroncato da un infarto fulminante mentre stava lavorando. La tragedia nel tardo pomeriggio di giovedì. A perdere la vita il dottor Maurizio Pavanello, 60 anni, titolare, assieme alla moglie, la dottoressa Nicoletta Marchiori, della parafarmacia San Martino in via Vespucci e della omonima farmacia di via San Marco, in pieno centro a Sottomarina. Pavanello si è improvvisamente sentito male mentre era al lavoro. Si è accasciato e purtroppo non si è più ripreso. Immediati sono scattati i soccorsi. L'ambulanza è arrivata dopo pochi minuti dal vicino ospedale assieme all'auto medica ed i sanitari del Suem 118 hanno subito capito la gravità della situazione ed hanno cercato di rianimare il dottor Pavanello. Ma tutti i tentativi per far ripartire il cuore che si era improvvisamente fermato sono apparsi vani. Il sessantenne è deceduto probabilmente a causa di un infarto fulminante che non gli ha lasciato scampo. Ai sanitari non è rimasto che constatare il decesso del farmacista. Il dottor Pavanello era originario di Rottanova, frazione di Cavarzere, dove aveva gestito la farmacia di famiglia. Poi si era trasferito a Chioggia dove aveva aperto le due farmacie che gestiva con garbo e professionalità assieme alla moglie. Nonostante abitasse a Chioggia da tempo, Pavanello non aveva dimenticato le sue origini e spesso tornava a Rottanova a trovare gli amici che lo ricordano come una persona gentile, affabile, educata, sempre disponibile con chi gli stava vicino. Amava le auto e le moto d'epoca e partecipava spesso ai raduni dedicati alle vetture e alle motociclette storiche. Lo ricorda anche l'ex sindaco di Cona Alberto Panfilio. «Una persona cordiale», scrive Panfilio, «Gentile e disponibile, sempre con il sorriso sulle labbra». Amante dello sport, la sua farmacia era fornitissima di prodotti per l'integrazione di sali minerali. Il dottor Maurizio Pavanello era molto conosciuto e ben voluto a Chioggia e la sua perdita ha destato molta commozione in città. Sono giunti a centinaia i messaggi di cordoglio alla famiglia, in particolare alla moglie Nicoletta che con lui condivideva la passione per la farmacia, diventata un lavoro, e per le due figlie ancora in giovanissima età. I funerali saranno fissati nelle prossime ore. --DANIELE ZENNARO© RIPRODUZIONE RISERVATA