Senza Titolo

MEOLOPolo Amazon e Via del Mare, i due grandi progetti che coinvolgono Meolo approdano in Consiglio comunale. Troppe le ricadute che rischiano di avere sul territorio perché il parlamentino locale non se ne tornasse a occupare, dopo le ultime novità. È dei giorni scorsi la notizia che i tecnici incaricati da Amazon hanno depositato in municipio a Roncade il nuovo progetto del maxi polo logistico previsto all'uscita del casello dell'A4, rivisto alla luce dei rilievi mossi riguardo all'assetto della viabilità. «Non abbiamo ancora visto il nuovo progetto», ha spiegato il sindaco Daniele Pavan, rispondendo a una domanda di attualità della consigliera di minoranza Moira De Luigi. «Siamo stati informati da Roncade che sarà seguito lo stesso iter del primo progetto», ha aggiunto Pavan, «si terrà una conferenza dei servizi asincrona alla quale non siamo stati invitati perché, seguendo le stesse procedure, saranno presenti solo i soggetti coinvolti per l'incontro tecnico». Meolo attende però di ricevere da Roncade gli elaborati progettuali. Ma perché anche Meolo possa dire la sua sarebbe fondamentale la costituzione della più volte ipotizzata cabina di regia tra i Comuni della zona. Pavan ha annunciato che Meolo ribadirà le richieste contenute nella mozione consiliare approvata ad aprile, in cui si chiedevano opere di mitigazione infrastrutturale e l'istituzione di una commissione permanente sovracomunale.«Ma, se la commissione si farà o meno, dipenderà da Roncade», ammette Pavan. Ancora più scottante è la questione Via del Mare. Il centrosinistra di Uniti per Meolo ha presentato una mozione in cui si chiede che il Consiglio sia informato sulla situazione dei rapporti con la Regione e che il parlamentino locale assuma una posizione chiara e univoca sulla questione e le modifiche da richiedere al progetto. «Sarebbe importante che uscissimo con una posizione comune da porre alla Regione», ha esortato la capogruppo Loretta Aliprandi. L'attenzione è rivolta all'apertura delle buste per il project financing, attesa per agosto. «Confido che l'iter per l'apertura di queste famigerate buste, che per forza di cose deve ormai andare a termine, si concluda presto. Poi si vedrà cosa accadrà, non è scontato nulla», ha rimarcato il sindaco Pavan, «l'assessore regionale De Berti sa benissimo i problemi che ci sono a Meolo. Confidiamo adesso nella Regione, che ci sia un pieno ascolto delle nostre esigenze». Massimo Mazzon (Scelgo Meolo) ha chiesto se la contrarietà al progetto più volte espressa dal sindaco sia pure la linea delle forze politiche (tutti i circoli locali del centrodestra) che sostengono l'amministrazione meolese. «La posizione che la lista di maggioranza Progetto Comune tiene sulla questione è chiara e compatta», ha assicurato il sindaco. --GIOVANNI MONFORTE © RIPRODUZIONE RISERVATA