Mestre forza quattro, il Sedico out Fabiano illumina, Brigati goleador

MESTRETre reti già nel primo tempo, due dopo un'espulsione (forse severa ma giusta) e il Mestre liquida con più facilità del previsto la pratica San Giorgio Sedico. Gara senza storia, con uno sterile predominio iniziale degli ospiti che, dopo la prima rete, si spengono. Parte della colpa va a Varano che lascia i suoi in dieci dopo nemmeno mezz'ora di gioco per un brutto intervento su Corteggiano. Rosso diretto che in pratica cambia l'esito della sfida. Per gli arancioni era prima del fischio iniziale una vittoria d'obbligo per continuare a sperare nei play-off, mentre gli ospiti dopo il passo falso di Chioggia provano a riprendere il ritmo positivo dato dall'arrivo di Luca Tiozzo nel girone di ritorno.La partenza ad alto ritmo è proprio del Sedico, con due corner già al primo minuto di gioco e un buon tentativo da fuori di Boccafoglia al 6' e un 4-4-2 che si trasforma presto in un più offensivo 4-3-3. Al primo affondo, però, a passare è il Mestre all'11' con Alberto Brigati velocissimo ad inserirsi sul palo di destra su assist di Chin e finta a smarcarsi di Fabiano sul primo palo, con Liso incerto sull'uscita bassa. Al 18' Fabiano sfiora il raddoppio con una punizione dal limite che lambisce il palo destro, con Serena ch egli risponde al 22' con altrettanta poca fortuna. Al 27' il Sedico resta in dieci uomini per un fallaccio di Varano su Corteggiano. Rosso diretto e il match già difficile diventa decisamente in salita per gli uomini di Tiozzo che provano comunque a reagire con una punizione di Poletto deviata in corner da Granati (che rischia anche l'autorete) al 36'.Sulla ripartenza, Fabiano serve Forte a centro area e solo un miracolo di un attento Liso impedisce al Mestre il raddoppio. Il due a zero è però rimandato solo di un minuto e lo trova lo stesso Forte sull'asse in contropiede Corteggiano - Fabiano. Il Sedico non reagisce e al 41' Chin, sempre su veloce contropiede, chiude la pratica dopo soli quaranta minuti. La ripresa inizia con gli stessi uomini in campo e bastano quattro minuti a Brigati per trovare la doppietta su assist ancora di Fabiano e difesa del Sedico totalmente ferma. La replica degli ospiti è solo una contestazione per un presunto fallo di Frison in area su Marcolin poi al 29' Fabiano cerca la gloria personale ma spara alto da centro area. La cinquina la sfiora anche Forte al 35' da pochi passi poi, complici il caldo e il risultato al sicuro, il ritmo cala e si attende solo il fischio finale dell'arbitro. Per il Mestre, tre punti pesantissimi in proiezione della sfida contro la Luparense che potrebbe essere decisiva in ottica playoff. Il San Giorgio Sedico dopo la pausa per i recuperi sembra invece aver perso mordente ed è chiamato al riscatto. --Massimo Tonizzo