Treviso-Mare, al via i lavori per la sicurezza Dureranno cinque mesi

meoloAl via i lavori di messa in sicurezza della Treviso-Mare a Meolo, con la realizzazione delle opere di completamento della pista ciclopedonale del cavalcavia che sovrappassa l'autostrada. Il cantiere durerà 5 mesi, compresa l'estate. Ma il traffico turistico sarà salvaguardato e, durante i lavori, la Treviso Mare non sarà interrotta. Veneto Strade ha assegnato i lavori alla ditta Altea Escavazioni. I tecnici dell'impresa hanno già svolto il primo sopralluogo, accompagnati dai responsabili di Veneto Strade. Erano presenti anche il sindaco Daniele Pavan e l'assessore Stefano Benedetti. Sono state individuate le aree di supporto al cantiere e le perimetrazioni necessarie, per consentire all'impresa di lavorare all'esterno della sede stradale, cercando di ridurre al minimo l'impatto sul traffico. Entro fine mese Veneto Strade consegnerà formalmente il cantiere all'impresa, le cui ruspe inizieranno i lavori subito dopo Pasqua. L'intervento è molto atteso a Meolo, visto che al termine consentirà di riaprire la pista ciclopedonale sul cavalcavia, chiusa ormai dal 2014 per la mancanza di sicurezza.«La tabella di marcia sta proseguendo in coerenza con l'ultima riprogrammazione fatta da Veneto Strade, che prevedeva l'apertura dei cantieri in primavera. Così sta avvenendo. Ora speriamo che tutto proceda velocemente, sono previsti 150 giorni di lavori» ha detto il sindaco Daniele Pavan. I lavori prevedono il prolungamento in sicurezza della ciclabile ai piedi del cavalcavia, la realizzazione di un attraversamento della Treviso Mare con impianto semaforico a chiamata e il tratto di ciclabile di raccordo con via Monastier. --g.mo.