Clementi ucciso dalla cocaina assunta nel bagno dell'amica

CAORLEPrime indiscrezioni sui risultati degli esami cui è stata sottoposta la salma del culturista Alberto Clementi, deceduto la notte di sabato 12 dicembre a 49 anni. Come avevano fatto intuire le tracce di sangue nel bagno Clementi aveva consumato una dose importante di cocaina. Il Pm Marco Faion, tuttavia, è ancora in attesa di conoscere compiutamente l'esito delle analisi condotte dal medico legale Antonello Cirnelli e dalla professoressa Donata Favretto, chimica farmacologica del Laboratorio di tossicologia dell'Università di Padova; analisi che non escludono ancora l'uso di altre sostanze. Quella sera nell'appartamento dell'amica in cui Clementi aveva trascorso la sua ultima notte, in via del Quadrante, sono state sequestrate una sostanza di colore bianco, simile proprio alla cocaina, e sono stati individuati anche dei farmaci. --r.p.