Si sente male vicino al cognato È mancato don Luigi Pedron

SAN STINOSi sente male davanti al cognato, mentre stava rincasando dopo il pranzo dalla sorella che abita lì vicino, in località Bivio Triestina: così sabato attorno alle 15 è morto don Luigi Pedron, storico parroco. Aveva 82 anni, la gran parte dei quali spesi nel ministero della Chiesa. I funerali mercoledì alle15, nella chiesa di Santo Stefano, rosario domani alle 20 nelle chiese di Sant'Alò e Biverone. Gli ultimi, le famiglie, i bambini, il coinvolgimento nel catechismo: questa la mission terrena di Don Luigi Pedron. Nato nel 1938, è stato ordinato sacerdote il 28 giugno 1964. Da allora ha svolto la funzione di cappellano nella città di Spilimbergo, poi è divenuto assistente diocesano Acr, del Centro Sportivo Italiano e infine del Centro Turistico Giovanile. Si tratta di associazioni inserite nell'ambito della Diocesi di Concordia Pordenone. Dopo la missione nella città del Mosaico, don Luigi Pedron è stato per 14 anni parroco a Giais di Aviano. Da qui, nel 1991, 30 anni fa esatti, è stato parroco a Chions, nel cui ministero rientra anche la località di Panigai, che è frazione di Pravisdomini. Nel 2006 la svolta: don Pedron è tornato nella sua San Stino, venendo assegnato alla parrocchia di Sant'Alò e Biverone. Tantissimi i messaggi di commiato all'indirizzo di don Luigi Pedron. Amarezza e dolore sono stati espressi dal sindaco di San Stino, Matteo cappelletto. --r.p.