Fagotto (M5S) contro il progetto via Querini «Rischi per la salute»

PORTOGRUARORischio altissimo per la salute. Il capogruppo del movimento 5 Stelle, Claudio Fagotto, ha presentato una mozione denunciando che, in spregio a quanto emerso dalla Commissione regionale VAS (Valutazione Ambientale Strategica) il Comune abbia ugualmente dato il via libera al progetto numero 34 di iniziativa privata previsto dal Pua, il Piano Urbanistico Attuativo, denominato "via Querini", e che include la realizzazione di un nuovo centro commerciale e di alcune residenze. La mozione di Fagotto chiede che il cosiddetto "Pua 34-via Querini" non venga preso in considerazione e venga messo da parte: il Movimento 5 Stelle vuole il ritiro del progetto. Il pomo della discordia resta sempre la presenza, molto ingombrante, dell'elettrodotto di via Magellano, alimentato da Rete Ferroviaria Italiana. Secondo Fagotto quanto decretato dall'amministrazione comunale contrasta con la Commissione Regionale Vas. «Nella mozione faccio presente quanto riporta questa commissione», evidenzia Claudio Fagotto, «e cioè che l'attuazione degli interventi residenziali nell'area di via Querini, a poca distanza da viale Pordenone, "sia subordinata allo spostamento dell'elettrodotto esistente". C'è in ballo ancora una volta la salute, signori. Prima spostino l'elettrodotto, poi semmai possono iniziare a costruire». Fagotto con la mozione rompe un silenzio durato alcuni mesi. Tanto che in molti, a Portoguaro, hanno ipotizzato un ritiro, che avrebbe del clamoroso, del Movimento 5 stelle dalla prossima competizione elettorale. «Il Comune ha adottato il nuovo Pua 34 in totale contrasto con la Regione. Non ci sono parole». I tempi di discussione di questa mozione però si fanno incerti. Infatti il consiglio comunale convocato per il 18 marzo è stato spostato a data da destinarsi vista l'emergenza sanitaria. Eppure a Concordia Sagittaria il consiglio comunale era stato convocato ugualmente la scorsa settimana, nel pieno rispetto dei decreti governativi che regolano i comportamenti di tutti durante questa emergenza. --Rosario Padovano © RIPRODUZIONE RISERVATA