"Dolo Riverside" Disco e video sulle bellezze del territorio

Giacomo PiranUn disco e un documentario dedicati a Dolo e alla Riviera del Brenta. Questo è "Dolo Riverside" laboratorio artistico ideato dal gruppo musicale rivierasco The Beards (Emanuele Marchiori e Massimiliano Magro), con il supporto organizzativo dell'associazione Isola Bassa e del Comune di Dolo, le cui registrazioni sono in corso in questi giorni nella biblioteca comunale di Villa Concina a Dolo. Si tratta di un progetto multiplo che prevede la realizzazione di un disco con musicisti di fama internazionali quali Jim Diamond (New York), Aaron Hurwitz (Detroit), Marie Spinoza (New York) che in passato hanno suonato con artisti del calibro di Eric Clapton, Bob Dylan, The Band, Roger Waters e The White Stripes. Si passa alla seconda parte del progetto dato che l'intero lavoro discografico, fuori e dentro lo studio, sarà documentato dal regista Stefano Wiel che filmerà un docu-film sul "making off" dell'album e testimonierà l'esperienza di conoscenza del territorio di questi artisti americani nonché lo scambio culturale tra diverse personalità artistiche. Un documentario che racconta e parla di Dolo e della Riviera come un crocevia culturale, grazie ai suoi luoghi, ai suoi colori e alla sua arte, che sono la fonte di ispirazione per questo laboratorio artistico. L'iniziativa si svolgerà tutta nel territorio di Dolo: il video che accompagnerà la successiva promozione del disco diverrà vetrina per far conoscere le bellezze artistiche, paesaggistiche e architettoniche di Dolo e della Riviera, e sarà presentato nei maggiori festival internazionali. Anche la location nella quale si sta registrando l'album è insolita. La biblioteca comunale, spesso vista come luogo di cultura silenziosa, fa da sfondo e da contenitore di un incontro multiculturale e musicale che porterà alla realizzazione di questo disco internazionale. Alcuni momenti delle registrazioni vengono ripresi in diretta e caricati nei social network. Gli artisti, in questi piccoli spot, illustrano le canzoni del disco alcune tratte da storie vere di persone vissute in Riviera durante la seconda guerra mondiale. «Questo progetto internazionale - precisa l'assessore Matteo Bellomo - deve essere motivo di orgoglio per tutta la nostra comunità che, attraverso questa produzione, farà il giro del mondo. Per Dolo questo è un vero e proprio 'ritorno al futuro': tornano ad accadere cose sorprendenti, di grande fascino, capaci di rendere la nostra città sempre più moderna, ricca e attrattiva». --