Jesolo, la spiaggia di notte diventa set di video hard

di Giovanni CagnassiwJESOLOLa spiaggia di Jesolo diventa l'improvvisato set di un film porno amatoriale. La bollente estate jesolana non è stata riscaldata dalle sole temperature torride di luglio e agosto. In 17 minuti e 44 secondi di video sapientemente girato nella notte tra lettino e ombrelloni di un consorzio, una coppia di amanti è stata filmata in ogni posizione nel loro amplesso chiaramente consumato ad hoc per poi essere immesso in un noto circuito di film amatoriali. Si distingue una zona della spiaggia del lido, tra i lettini e gli ombrelloni vicino al mare. La coppia, lui un ragazzotto in forma con i capelli cortissimi e lei una biondona tutto pepe dalle forme prosperose, inizia con tenere effusioni per poi proseguire in posizioni che non lasciano spazio alla fantasia. Il video, che presenta la data del 16 agosto, sta riscuotendo un discreto successo e tante visualizzazioni in rete destinate ad aumentare in queste settimane. I due attori più o meno improvvisati, si danno parecchio da fare scandalizzando i ben pensanti e incuriosendo gli appassionati e cultori del genere. È vero che a Jesolo queste effusioni non sono una novità né una rarità, attraversando la storia della località balneare dagli anni Sessanta in poi. Ma veder tanto sesso a buon mercato e con tale trasporto via via sempre più esplicito, plastico e volgare, non può che far riflettere anche sull'immagine questa volta a luci rosse della località. La scorsa estate era comparso in rete un altro video discusso di una coppia impegnata in una sessione di sesso orale, persino in pieno giorno su un lettino fronte mare, nascosti solo da un asciugamano. Inizialmente sembrava si trattasse della spiaggia di Jesolo, ma poi era stato accertato che la scena si era svolta sulla spiaggia di Porto Santa Margherita, a una manciata di chilometri da Caorle, e che un ex poliziotto, l'ispettore Lauro Catto, aveva allontanato la coppia infuocata che si era spostata verso gli scogli. A Jesolo, infatti, si erano stupiti tutti di tanta passione in riva al mare e senza che qualcuno fosse intervenuto. Questa volta il filmino indica appunto Jesolo quale luogo dell'amplesso in spiaggia. Siamo nel campo dei filmini amatoriali e gli operatori del turismo non guardano di buon grado a tanta volgarità che ora circola in rete senza protezioni alla portata di tutti con un clic nel mare magnum dei filmini amatoriali che destano particolare attenzione nel web. Ben venga passare per la spiaggia degli incontri e dell'amore, non certo della pornografia. Ma questi registi delle ore piccole e illuminati dalle luci rosse del porno casereccio avranno vita breve. Nel futuro della spiaggia ci sono controlli sempre più serrati, con illuminazione potenziata e possibilmente videocamere di sicurezza i cui filmati andranno questa volta direttamente alla polizia e non in rete ad accendere la passione dei pornofili incalliti. ©RIPRODUZIONE RISERVATA