L'analisi di Cuttone (San Marino) «Siamo stati più determinati»

SAN MARINO Da queste parti ci ha perso pure l'Entella. Il San Marino ha dimostrato di non meritare la classifica attuale e contro il Venezia ha fatto la sua partita, con un punteggio che poteva essere più largo se non ci fosse stato quel rigore alla fine o il gol annullato a Lolli. «C'era un rigore per noi nel primo tempo», dice l'allenatore Agatino Cuttone, «e la rete nella ripresa era da convalidare. Non esiste proprio il rigore-espulsione per loro. Nel complesso, nel primo tempo siamo stati incisivi, creandoci delle occasioni: chi avrebbe segnato per primo avrebbe vinto». Mister Cuttone spiega come ha preparato la partita. «Abbiamo cercato di puntare sull'aggressività», aggiunge, «lavorando nell'uno contro uno sugli esterni per creare superiorità numerica. Siamo stati compatti in fase difensiva». Primo gol da professionista per Sasha Cicarevic, che riconosce i meriti al compagno Beretta di avergli messo sui piedi la palla dell'1-0. «Al 90 per cento», riconosce, «ha fatto tutto lui. Gli dedico questa prima rete, poi ai miei compagni e alla mia famiglia. Non meritiamo 23 punti, ci è mancata la continuità. La vittoria con il Venezia è meritata». Alessandro Ragazzo