«Il Mestre è carico, crediamo nella rimonta»

MESTRE I conti da fare quadrare sono l'assillo comune. Poi c'è il San Zaccaria, imprendibile o quasii per qualcuno, abbordabile per altri. Ecco la serie B di calcio femminile vista dai tre presidenti delle squadra veneziane, ovvero Ulisse Miele (Mestre), Lorenzo Mayer (Net.Uno Lido) e Marianna Padovan (Gordige Cavarzere). Per tutti e tre l'occasione di tracciare un bilancio che coincide con la fine del 2013 e del girone d'andata. Il San Zaccaria sembra inarrestabile: discorso promozione in A già chiuso nel girone C? Miele: «Nemmeno per sogno. A parte il fatto che noi siamo l'unica squadra ad avere battuto la capolista, va aggiunto il fatto che il Mestre è molto carico. Alla ripresa del campionato ci aspettano subito tre gare fondamentali, il cui risultato può influire moltissimo sul risultato finale in questa stagione». Mayer: «Una cosa è dire che il San Zaccaria è una squadra forte, probabilmente la favorita numero uno, un'altra affermare che il campionato sia ormai chiuso. Gli spiragli perché si riapra il discorso promozione in serie A ci sono tutti». Padovan: «Credo che ci sia poco da dire: sono una squadra cinica, che sbaglia poco e sfrutta tutte le occcasioni a disposizione. Credo sia molto difficile che il San Zaccaria interrompa il cammino verso la A». Un problema comune a tutti è la mancanza di soldi. Quanto è difficile fare calcio femminile? Miele: «È dura, anzi durissima. Credo che mai nella storia del Mestre femminile ci sia stata una situazione così difficile, riuscire a mandare avanti la carretta è davvero difficile, anche da parte degli sponsor la disponibilità è ridotta notevolmente rispetto al passato». Mayer: «So di andare probabilmente controcorrente, ma credo che la situazione del calcio femminile non è cambiata rispetto al passato. Se penso al Net.Uno mi accorgo che l'attenzione ai conti, alle spese è la stessa che c'era negli anni passati». Padovan: «La crisi si sta facendo sentire, quest'anno è più dura. Siamo riusciti a trovare alcune forme di autofinanziamento, ad esempio il progetto "Adotta una trasferta del Gordige", che ha avuto una buona risposta da parte di alcuni imprenditori». Come giudicate il vostro girone d'andata? Miele: «Positivamente, non ci sono dubbi. Se escludiamo qualche punto perso, il Mestre si è mosso molto bene». Mayer: «Qualche risultato è stato negativo, non posso che essere soddisfatto di come si sta comportando la squadra». Padovan: «Sono contentissima, nonostante il cambio di allenatore poco prima che la stagione iniziasse stiamo facendo grandi cose». (m.t.)