Senza Titolo

ROMA Le vittorie di Vincenzo Nibali al Giro d'Italia, delle tenniste azzurre nella Fed Cup, la qualificazione dell'Italia ai Mondiali brasiliani dopo il terzo posto alla Confederations Cup, le 186 medaglie (un record) ai Giochi del Mediterraneo di Mersin, l'elezione a capo dello sport italiano un po' a sorpresa di Giovanni Malagò (battuto Pagnozzi), il cambio di proprietà all'Inter con la famiglia Moratti che ha ceduto il pacchetto di maggioranza al magnate indonesiano Thohir, le fibrillazioni societarie al Milan con la soluzione di due ad come Galliani e la figlia di Berlusconi, Barbara, il bis tricolore della Juventus di Antonio Conte, le scomparse di Pietro Mennea e Stefano Borgonovo. Sono questi gli avvenimenti sportivi che più di tutti hanno caratterizzato, in chiave italiana, il 2013 ormai arrivato alla conclusione. Senza dimenticare, guardando il mondo, la confessione di Lance Armstrong in chiave doping, il triplete del Bayern Monaco, le vittorie di Vettel in F.1 e Marquez nelle moto, di Froome al Tour ed infine i morti durante la maratona di Boston, vittime di un attentato terroristico. Gennaio. Ammissione in tv di Armstrong: l'ex campione del ciclismo ammette per la prima volta l'uso di doping. Grandi risultati per l'Italsci: Innerhofer vince la discesa di Wengen. Djokovic e Azarenka si confermano campioni agli Australian Open di tennis. Errani-Vinci trionfano nel doppio. Febbraio. Storico bronzo per le staffettiste azzurre ai Mondiali di biathlon. Siena vince per la quinta volta di seguito la Coppa Italia di basket, nella scherma Errigo vince a Danzica in Coppa del Mondo di fioretto e Occhiuzzi nella sciabola a Padova. La Bronzini il bronzo nella corsa a punti ai Mondiali su pista. Giovanni Malagò è il nuovo presidente del Coni. Il campione paralimpico Pistorius è accusato di aver ucciso la fidanzata Reeva Steenkamp. Marzo. Totti raggiunge e poi supera Nordahl: 226 gol in A, meglio di lui solo Piola. Lutto nel mondo dello sport: muore a 60 anni Pietro Mennea. Aprile. L'Italia del calcio fuori dalle Coppe Europee. Tre morti e oltre cento feriti per un attentato terroristico alla maratona di Boston. L'ex olimpionica della canoa Idem, nominata ministro dello Sport. Maggio. La Juventus è campione d'Italia per la 29 volta nella sua storia. Il Bayern Monaco vince la quinta Champions della sua storia . In Europa League vince il Chelsea. Nel ciclismo è il gran mese di Vincenzo Nibali, che domina la 96esima edizione del Giro d'Italia. Agli Internazionali di Roma di tennis trionfano Nadal e Serena Williams. Giugno. Il Brasile vince la Confederations Cup, classico anticipo del Mondiale: la Selecao di Scolari piega nella finale di Rio per 3-0 la Spagna. Terza l'Italia. Grave lutto nel mondo del calcio: muore a 49 anni Stefano Borgonovo, da tempo lottava contro la Sla. Nel basket, Montepaschi Siena campione per la settima volta consecutiva: battuta Roma in finale. Volando negli States, l'Nba elegge la squadra migliore del mondo: per il secondo anno di fila, l'Anello va ai Miami Heat. Capitolo tennis: al Roland Garros è ancora Nadal a vincere, è l'ottava volta. Tra le donne dominio di Serena Williams. Luglio. Il britannico Froome domina il Tour de France. Quinzi vince il torneo junior di Wimbledon, quelli senior vanno alla francese Bartoli e al britannico Murray. Italia da record ai Giochi del Mediterraneo di Mersin: la spedizione azzurra chiude con 186 medaglie complessive (70 ori, 52 argenti e 64 bronzi). Ai Mondiali di nuoto di Barcellona, oro per Martina Grimaldi nella 25 chilometri di fondo e due argenti nei tuffi (nel sincro tre metri con Francesca Dellapè e nel trampolino da un metro) per Tania Cagnotto. Federica Pellegrini disputa a sorpresa i 200 stile libero e conquista l'argento. Atletica sconvolta dai casi di doping di Gay e Powell. Agosto. È della Juventus il primo trofeo della stagione. I campioni d'Italia dominano la Lazio conquistando all'Olimpico, per 4-0, la Supercoppa Italiana. Settembre. La Nazionale di Prandelli trova la matematica qualificazione ai Mondiali brasiliani: batte a Palermo per 1-0 la Bulgaria e a Torino per 2-1 la Repubblica Ceca. Nadal e Serena Williams vincono gli Us Open, Titoli mondiali, nel tiro a volo, per Jessica Rossi e Pellielo. Assegnate a Tokyo le Olimpiadi Estive del 2020. Ottobre. Nadal torna al numero uno del ranking mondiale. Novembre. Vettel polverizza tutti i record: suo il Mondiale di F.1 con nove vittorie di fila, tredici nella stagione. Nella motoGp, l'ultima tappa di Valencia incorona Marquez campione al primo anno in MotoGp. Record italiano di Federica Pellegrini nei 200 dorso a Viareggio, bronzo per l'Italvolley alla Grand Champions Cup. Comincia la Coppa del Mondo di sci: Paris vince la prima libera stagionale a Lake Louise. Lutto nell'equitazione per la scomparsa del leggendario Raimondo D'Inzeo e nel calcio per Amadeo Amadei, tragedia al Sic Day per l'incidente mortale di Romboni. Dicembre. Italia poco fortunata nei sorteggi del Mondiale di Brasile 2014. Il Bayern Monaco batte per 2-0 il Raja e si aggiudica la finale del Mondiale per club. Gli azzurri del nuoto conquistano 12 medaglie (una d'oro, cinque d'argento e sei di bronzo) agli Europei in vasca corta di nuoto, la Pellegrini che vince il titolo nei 200 stile libero ed il bronzo nei 400. Squalifica a vita per Danilo Di Luca dopo l'ennesima positività al Giro d'Italia.