«Un gigante buono, ci mancherà»

CAVARZERE Era un "gigante buono" Maurizio Lorenzetto. Grande e grosso com'era i colleghi di lavoro lo avevano soprannominato Bubu, l'orsetto amico del più celebre Yoghi, e le foto che lo ritraggono insieme al nipotino Alberto danno un'idea di tenerezza infinita. Lui che non si era sposato, che non aveva figli, che aveva già perso entrambi i genitori, aveva una passione smodata per quel bambino, nipote della sorella Liviana, l'unica parente diretta che gli era rimasta. Ma il buon carattere di Maurizio lo ricordano anche a San Pietro, la frazione di Cavarzere in cui viveva e dove aveva tanti amici che ricordano le serate passate al bar insieme a lui. Diplomato all'istituto professionale "Marconi", Maurizio aveva fatto il militare nel Lazio. Per diversi anni aveva lavorato come trasfertista, fino a quando, nell'89, aveva iniziato a lavorare a Cavanella per Sistemi territoriali. Aveva imparato da adulto, ma bene e in fretta, a usare il computer e lo usava anche per tenerci un profilo Facebook. Tifoso dell'Inter era anche un appassionato di atletica. Lorenzetto era impegnato anche nel sociale: a San Pietro faceva l'elettricista per conto del Comitato cittadino Cinque Martiri in occasione della sagra o altre feste di paese. «Una disgrazia enorme che ci lascia tutti sbigottiti». Così il presidente di Sistemi Territoriali, la società per cui lavorava da anni Maurizio Lorenzetto, commenta la tragica caduta in cui ha trovato la morte il dipendente. «Era una persona fantastica», spiega Gian Michele Gambato, presidente di Sistemi territoriali, «lo conoscevo molto bene. È una grande perdita dal punto di vista professionale e da quello umano. Siamo molto vicini alla famiglia». Ora l'attenzione è tutta concentrata sulle verifiche per capire l'esatta dinamica dell'incidente. Lorenzetto stava lavorando sulle chiuse di Cavanella. «Un fatto così tragico non era mai capitato», continua Gambato, «è per noi al momento inspiegabile. Di certo andremo a fondo per capire cosa sia successo durante l'intervento di manutenzione». Lorenzetto era un professionista di lunga data. Era entrato in Sistemi territoriali dal 2005 (quando la società ha acquisito dalla regione Veneto la manutenzione e gestione delle linee navigabili regionali ndr), ma svolgeva lo stesso tipo di lavoro anche in precedenza. (d.deg.-e.b.a.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA