«Bandiera 27» Sì della Municipalità al piano urbanistico

MARGHERA La Municipalità di Marghera esprime, pure con qualche distinguo, il suo parere positivo per lo sviluppo del'area «Bandiera 27» in via Fratelli Bandiera ed ora, sebbene il parere della Municipalità non fosse da considerare come vincolante nemmeno in caso di eventuale contrarietà, la futura rivalorizzazione della zona appare come possibile primo passo concreto per l'intera via Fratelli Bandiera. Nella riunione di lunedì sera, la Prima Commissione della Municipalità di Marghera ha espresso il suo parere positivo al progetto privato denominato «Bandiera 27» dal nome del civico della via omonima che verrebbe coinvolto. Il piano, presentato ai delegati della Municipalità dalla ditta Figura 11 di Verona, prevede, in un'area di oltre diecimila metri quadri, una completa riqualificazione edilizia, ambientale urbanistica attraverso la demolizione dei fabbricati esistenti e l'edificazione di due distinti nuovi immobili, uno a destinazione completamente direzionale con altezza massima di trenta metri (Umi 1) e il secondo, denominato Umi 2, di dimensioni più limitate e destinato ad ospitare un edificio a carattere commerciali, nelle intenzioni preliminari un supermercato. Il piano prevede inoltre la creazione di una nuova viabilità urbana, parcheggi pubblici e privati e accessi pedonali con eliminazione delle barriere architettoniche ed interventi ecosostenibili. Assieme al progetto, è stato presentato anche uno studio relativo all'impatto sulla viabilità, con particolare riferimento ai nodi tra via Fratelli Bandiera, via delle Macchine e via Volta. Il piano di sviluppo «Bandiera 27» ha ricevuto parere positivo e approvazione da parte della Prima Commissione, ma con alcuni distinguo, sia tra la maggioranza che nell'opposizione, relativi soprattutto all'opportunità della presenza del supermercato che per alcuni, pur essendo previsto dal Pat, penalizzerebbe le attività commerciali già esistenti e strette nella morsa dei centr commerciali. Per tutta la Commissione, inoltre, è necessario un preciso masterplan di lavoro a coordinare le attività, sia pubbliche che private, che a partire da Bandiera 27 potrebbero radicalmente cambiare il volto dell'intera area che gravita attorno a Via Fratelli Bandiera. Massimo Tonizzo ©RIPRODUZIONE RISERVATA