L'investitrice senza pace «E' ancora sotto choc Ma è stata una fatalità»

SALZANO.«Ho parlato e visto la ragazza mirese di 22 anni che ha investito a morte Nicola. E' distrutta, piena di sconforto e vuole partecipare ai funerali». A parlare è Giuseppe Zecchin, tuttofare del Gc Robegano che ieri ha incontrato G.C., la giovane alla guida della Daewoo Matiz, che in via Zigaraga ha provocato l'incidente. la giovane, nell'urto, ha riportato leggere contusioni, tanto da indurre venerdì sera i medici di Mirano a tenerla in osservazione per una notte. Poi ha fatto il rientro a casa e non riesce a darsi pace per quanto successo. «E' ancora sotto choc - continua Zecchin - e mi ha raccontato quanto è successo venerdì. Quando si è accorta di cos'era successo, ha chiamato i soccorsi, si è subito attivata, perché si era resa conto che Nicola era molto grave. Sono sicuro che ha fatto l'impossibile ed è stata solo una fatalità». Poi Zecchin racconta come il Gc Robegano sta vivendo questo drammatico momento. «Siamo scossi - dice - ma anche molto emozionati per quello che stanno facendo le altre società in ricordo di Nicola». (a.rag.)