Cavarzere in lutto E' morto Libero Albertin il sindaco dell'alluvione

CAVARZERE.Il 31 ottobre è morto a Torino Libero Albertin (nella foto), ex sindaco. Nato a Cavarzere nel 1917, iscritto fin da ragazzo al Pci, ricopri la carica di primo cittadino dal 1950 al 1954. Affrontò l'alluvione del 1951 e prese decisioni difficili: far sgombrare, contro il parere dei tecnici incaricati dal prefetto, alcune zone del paese o tenere sotto custodia materiali che potevano servire ad affrontare le emergenze di quei giorni. Un'azione che gli costò una denuncia per peculato. In seguito fu scagionato dalle accuse, ma i suoi guai continuarono per altri motivi. La vicenda di Albertin va inquadrata nel clima di guerra fredda e di contrapposizione tra il Pci e il governo: fu denunciato per aver raccolto firme contro la «legge truffa» del 1953 e per aver appoggiato le lotte dei braccianti nelle campagne. Il clima, per lui, divenne molto caldo e cosi il Pci lo aiutò a trasferirsi in zone più tranquille. In occasione del 50º dell'alluvione, l'amministrazione gli ha tributato un particolare ringraziamento. (d.deg.)