Moto d'epoca in piazza Il successo si rinnova

Valvasone ArzeneUna domenica al rombo delle due ruote, quella appena archiviata a Valvasone, grazie al coordinamento regionale della Commissione moto d'epoca della Federazione motociclistica italiana che ha organizzato l'annuale esposizione dinamica riservata alle moto costruite prima del 1960. Una giornata in cui le preziose moto si sono potute ammirare in piazza Castello, salvo poi, una volta messe in moto, girare per le strade del centro storico e dintorni. Il tutto, in ricordo di chi vinse proprio sulle stesse strade circa un secolo fa. Infatti, a Valvasone si correva un noto Gran premio, che vide tra i vincitori anche il celebre motociclista d'inizio Novecento Omobono Tenni, soprannominato Diavolo nero e centauro di punta della Guzzi. Tenni, al quale è intitolato lo stadio di Treviso, sua città natale, fu il primo non britannico a vincere nel 1937 in sella a una Guzzi 250 il Tourist trophy nell'isola di Man, ancora oggi una delle gare più spettacolari. Morì il 1º luglio 1948 nelle prove del Gran premio di Berna, in sella alla sua moto. --D.F.© RIPRODUZIONE RISERVATA