Il Pd: «La Casarsa-Pinzano vincolata dai Beni culturali?»

Guglielmo Zisa / SPILIMBERGO E se l'ex linea ferroviaria Casarsa-Pinzano non si potesse toccare perché vincolata dalla Soprintendenza? A pochi giorni dalla presentazione del progetto, commissionato dalla Regione, della riconversione a ciclovia del tracciato dell'ex ferrovia che collegava Pinzano al Tagliamento a Casarsa a svelare un retroscena che potrebbe mettere in discussione è il Pd di Spilimbergo. «Dal ministero della Cultura arriva che la linea ferroviaria dal 2021 passata alla Regione, è stata posta sotto vincolo e tutela. Con decreto numero del 29 agosto del segretariato regionale del Fvg tutto il sedime della tratta ferroviaria, ricadente nei territori comunali di Casarsa, Valvasone, San Martino al Tagliamento, San Giorgio della Richinvelda, Spilimbergo e Pinzano, diventa soggetto alla supervisione e controllo della Soprintendenza - si legga nella nota del Pd -. La richiesta è partita dalla Ferservizi FS. La valutazione di positività al merito di tutela è dovuta al riconoscimento del valore storico, legato soprattutto ad eventi bellici della Grande guerra. Sulla linea esistono anche manufatti rimasti ancora originali dall'epoca della sua costruzione e apertura (1893). Le stazioni di Valvasone e San Giorgio della Richinvelda sono anch'esse vincolate come beni storici, già dall'inizio del 2021. Per la stazione di Spilimbergo, che è ancora possesso delle immobiliare FS, è attualmente oggetto di procedimento di verifica dei requisiti». «In termini pratici - prosegue il Pd - d'ora in poi ogni intervento tecnico sulla linea ferroviaria impone un confronto con la Soprintendenza, il che va letto come una garanzia al mantenimento della sua integrità costitutiva. In altre parole, un punto a favore del possibile ripristino della ferrovia, invece per il progetto di utilizzo di ripiego dei binari come pista ciclabile, è tutta in salita». La notizia sembrerebbe rimettere in discussione quanto illustrato agli amministratori dei sei comuni interessati dalla progettualità nell'incontro convocato in municipio dal primo cittadino sangiorgino, Michele Leon, alla presenza dell'assessore regionale alle infrastrutture e territorio, Graziano Pizzimenti. Con loro i progettisti incaricati e i funzionari della Regione. Da qui la richiesta dei dem spilimberghese: «L'assessore regionale della Lega Pizzimenti avrà illustrato anche tutto questo ai sindaci, vicesindaci, europarlamentari riunitisi con lui in conferenza pochi giorni fa a San Giorgio? E i sindaci leghisti che sulla stampa hanno rilasciato dichiarazioni sul progetto della ciclovia come mai non hanno citato questo nuovo atto di tutela della Soprintendenza sul progetto futuro della ciclovia e futuri acquisti di altre particelle e mappali?».--© RIPRODUZIONE RISERVATA