Strade e negozi allagati dopo il temporale

Anna RossoPioggia e grandine con vento forte ieri sul Friuli, come da previsioni. Violenti temporali hanno colpito in particolare Udine (dove, secondo dati Osmer Arpa Fvg, sono caduti in meno di mezz'ora da 20 a 50 millimetri d'acqua, a seconda delle zone) e l'hinterland nella fascia più a Nord, per poi spostarsi verso Est, verso il Cividalese e le Valli del Natisone e del Torre. Tante strade e piazze - impossibile elencarle tutte - si sono allagate, così come alcuni negozi, soprattutto dalle parti del Terminal studenti di piazzale Montalcini. Qui, e anche in piazza Primo Maggio, dalle parti di viale Trieste e in zona ospedale, hanno lavorato gli uomini della Protezione civile udinese. I volontari friulani (25 in tutto) hanno operato anche a Tavagnacco, Pasian di Prato, Moimacco e Cividale. I vigili del fuoco, solo per citare alcuni degli interventi, erano a Udine, tra viale Venezia e via Cormor Basso per allagamenti e per lo stesso motivo hanno effettuato un sopralluogo anche al cinema Visionario di via Asquini. Identici problemi da risolvere per i pompieri a Pasian di Prato (anche nella frazione di Passons) in più vie e in qualche scantinato. A Cividale, poco prima delle 19, una grandinata, mista a potenti scrosci d'acqua. Dopo pochi minuti hanno cominciato a traboccare grondaie e tombini e alcuni tratti di strada si sono allagati. Danni si sono registrati anche nell'Alta Val Torre, che accusa alberi caduti e uno smottamento ai margini della strada che collega Villanova delle Grotte al bivio Priesaka. Sull'arteria tra San Osvaldo e Villanova un'auto in transito è stata colpita - fortunatamente sulla fiancata, senza conseguenze per il conducente - da un albero. «La malattia del frassino è un problema grave - commenta il vicesindaco di Lusevera Mauro Pinosa -: la Regione deve prendere coscienza della situazione (gli alberi durante i temporali vanno giù come birilli) e intervenire. È indispensabile che il legislatore permetta ai Comuni di tagliare le piante a bordo strada nei fondi privati che non vengono sottoposti alla dovuta manutenzione». Senza luce da giovedì sera e per tutta la giornata di ieri le borgate di Masseris, Cepletischis, , Iellina, Gabrovizza e Tercimonte, in Comune di Savogna: l'interruzione della corrente è stata provocata da un temporale e per porvi rimedio è stato necessario un intero giorno di lavoro, che non è nemmeno bastato a risolvere il problema in via definitiva. Le attività dell'Enel riprenderanno stamattina.Ulteriori precipitazioni erano previste anche per la notte scorsa. Secondo i meteorologi friulani, l'ondata di maltempo andrà scemando durante la giornata di oggi e le temperature scenderanno. Al mattino il cielo sul Friuli sarà prevalentemente coperto con piogge moderate. Sulla costa soffierà Bora sostenuta, moderata in pianura. Nel pomeriggio miglioramento a iniziare dalla Carnia, le piogge cesseranno e si avranno schiarite da Nord-verso Sud. Al mattino potrà nevicare oltre i 2.000 metri e sulle Giulie oltre i 1.500 circa, con venti sostenuti e freddi da Nord-Est. Questa notte farà freddo per la stagione, sia nelle valli, sia in pianura. -- (ha collaborato lucia aviani)© RIPRODUZIONE RISERVATA