Spaccio di droga in casa: coppia arrestata

Viviana Zamarian / MAJANOIl via vai fuori dalla loro casa era continuo. Perché le persone sapevano che nell'abitazione di Majano dove risiedevano Agim Murati e la moglie Silvana Murati, entrambi 55enni originari dell'Albania, avrebbero trovato ciò di cui andavano in cerca, la droga.Così ad aprile è scattata l'attività investigativa dei carabinieri, coordinata dalla Procura di Udine, che ne ha portato all'arresto per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Fondamentali, durante l'indagine, sia tecnica che materiale, sono stati i riscontri effettuati sugli acquirenti e sulle dichiarazioni da loro rilasciate.Gli inquirenti sono così riusciti a ricostruire il "giro" di affari della coppia che, negli ultimi anni, sarebbe ammontato a circa 10.000 euro derivato da almeno 130 cessioni di numerose dosi di cocaina, dal peso variabile compreso tra 0,5 e 5 grammi, per un totale di 200 grammi.Il 14 giugno, a ulteriore supporto delle tesi investigative, marito e moglie erano stati arrestati in flagranza quando i carabinieri, durante una perquisizione, avevano trovato all'interno della loro abitazione 12 grammi di cocaina, suddivisa in 14 dosi, e 3.710 euro, somma che con molta probabilità derivava proprio dalla vendita dello stupefacente.I coniugi Murati - difesi dall'avvocato Giovanni Stellato del foro di Udine che ieri si è confrontato con i suoi assistiti - sono stati condotti rispettivamente al carcere di Udine e di Trieste. «In attesa di ricevere le copie degli atti processuali e, anche all'esito dell'udienza di convalida che si terrà lunedì - ha dichiarato il legale -, mi riservo di valutare ogni opportuna azione difensiva».Una vicenda, questa, che come ha riferito il sindaco di Majano Elisa Giulia De Sabbata «colpisce molto. Purtroppo non si tratta di episodi nuovi. La problematica della droga è nota e va affrontata e contrastata con tutte le azioni possibili».«Per questo - ha concluso De Sabbata - ringrazio le forze dell'ordine per il loro costante operato e per la loro presenza anche sul nostro territorio come è stato dimostrato anche in occasione della rapina messa a segno martedì sera alla Coop dove un uomo è entrato e ha portato via 900 euro». --© RIPRODUZIONE RISERVATA