I bersaglieri a Pradis celebrano la patrona

clauzettoNel quadro delle iniziative che mirano a consolidare il legame tra l'istituzione militare e il contesto civile nell'ambito del territorio provinciale, quest'anno la messa in onore della Beata Vergine Maria del Cammino, patrona dei bersaglieri, è stata celebrata nelle grotte di Pradis, in comune di Clauzetto. La funzione religiosa è stata officiata da monsignor Rino Perin, vescovo emerito comboniano per il Centro Africa, e concelebrata dall'arciprete don Arturo Rizza, cappellano militare dell'11° reggimento bersaglieri, e dal parroco di Clauzetto don Italico Gerometta. Oltre al personale dell'Undicesimo, l'evento ha coinvolto una rappresentanza dell'Associazione nazionale bersaglieri e ha visto la presenza dei sindaci di Clauzetto, Zoppola, Teglio Veneto, dell'assessore allo sport di Casarsa della Delizia e del comandante della stazione carabinieri di Castelnovo.La cerimonia religiosa è stata accompagnata dalle note della fanfara dell'11° reggimento bersaglieri che, al termine, si è esibita in un breve concerto per rendere ancora più lieta la giornata. "Le grotte di Pradis / son doni e riserve pel tempo futuro / dei servi fedel. Così in questo cerchio / racchiuso fra monti col taglio di un raggio / che il Cosa gli fa". Sono alcuni versi con cui don Giacomo Bianchini, parroco a Pradis di Sotto negli anni 20, esaltò la bellezza di quelle che oggi sono conosciute come grotte di Pradis. Fu negli anni 60 che don Terziano Cattaruzza realizzò, con l'aiuto dei parrocchiani, le prime opere per la fruizione turistica di questo ambito». --© RIPRODUZIONE RISERVATA