Compie cento anni Festeggiato in Francia e a Manazzons

PINZANO AL TAGLIAMENTOUn secolo di vita, di storia e di memoria. È il traguardo che oggi raggiunge Velino Ciriani, pinzanese residente nella frazione di Manazzons, nato il 1° settembre 1922. Una esistenza lunga e avventurosa quella di Velino, partito per la Libia a 16 anni con padre e fratello per costruire la strada Bengasi-Tripoli. Tornato in Italia nel 1939, nel '42 si arruolò nel genio militare finendo prigioniero nelle mani dei tedeschi nel 1943. Anni duri quelli dalla prigionia, prima in Polonia, poi in Germania. Quindi all'arrivo degli americani la liberazione e il ritorno, temporaneo, in Italia, vista la decisione di trasferirsi nell'immediato dopoguerra in Francia. Nel 1947 l'arrivo a Brest, in Bretagna, ma il pensiero e il cuore sempre al suo Friuli e in particolare alla sua Manazzons, dove nel 1949 si sposò con la compaesana Nora. Quindi un nuovo trasferimento, a Gérardmer, nel Grand Est francese, dove Nora lo raggiungerà con la figlia Eva, nata nel 1951. Nel 1956 la nascita di Vilma, l'altra figlia. Dal 1963 Velino vive a Paray-Vielle-Poste.Velino, che dal 2011 è bisnonno di Gabriel, è il fratello di Ivana, la ristoratrice della trattoria Da Ivana e Secondo. Il sindaco di Pinzano al Tagliamento, Emiliano De Biasio, assieme alla vice Anna Chieu e al consigliere comunale referente della frazione Dante Brosolo non hanno mancato l'occasione di recarsi nella casa del compaesano neocentenario per porgergli i migliori auguri a nome di tutta la comunità. --g.z.© RIPRODUZIONE RISERVATA