Un altro friulano entra nelle Frecce

di Viviana ZamarianwCODROIPOEra un bambino quando per la prima volta entrò alla base di Rivolto. Era in visita con i suoi compagni delle elementari. Ed è lì, in quel preciso momento, che è nato il sogno del capitano Alfio Mazzoccoli, originario di Enemonzo. Tornò a casa da quella gita con una certezza. Lui a Rivolto ci sarebbe ritornato da pilota delle Frecce Tricolori. E così è stato. Il capitano Mazzoccoli, classe 1986, e il capitano Pierluigi Raspa, classe 1985, originario di Messina, sono i due nuovi piloti della Pattuglia acrobatica nazionale. «Per me è un orgoglio far parte della Pan ed è davvero un sogno che si realizza» ha detto ieri sera il pilota friulano al termine della tradizionale cerimonia di Natale alla base. Il comandante Mirco Caffelli ha presentato la formazione 2018. La stagione acrobatica di quest'anno si è chiusa solo tre giorni fa con il sorvolo in Alta Badia per la Coppa del Mondo di sci alpino maschile, ma il pensiero è già rivolto alla prossima estate. L'addestramento è iniziato mentre quello sul mare, a Lignano, comincerà a febbraio. Per quanto riguarda il programma di volo «resta costituito dalle 18 figure acrobatiche create in 57 anni di storia delle Frecce - ha dichiarato il comandante -. È difficile creare qualcosa di nuovo ed è un bene non cambiare perché sono talmente bene concatenate e suscitano passione ed ammirazione che preferiamo mantenere questa tradizione». Ecco dunque chi sono i dieci piloti. Capo formazione, pony 1, è stato riconfermato il maggiore Gaetano Farina. La prima novità riguarda il primo gregario sinistro, pony 2, il capitano Franco Paolo Marocco, che l'anno scorso ricopriva la posizione di pony 9. In pony 3, primo gregario destro, alla sua terza stagione alle Frecce, riconfermato il capitano Emanuele Savani di Azzano Decimo. Così come torna a volare nella posizione di pony 4, secondo gregario sinistro, il capitano Massimiliano Salvatore. Altra novità: passa nella posizione di pony 5, secondo gregario destro, il capitano Giulio Zanlungo (l'anno scorso in pony 8). Riconferma la sua posizione di pony 6, primo fanalino, quindi responsabile degli incroci e dei ricongiungimenti delle Frecce, il capitano Mattia Bortoluzzi. Pony 7, terzo gregario sinistro, il capitano Pierluigi Raspa. Cambia posizione, in pony 8 terzo gregario destro, il capitano Stefano Vit di Fossalta di Portogruaro. Il capitano friulano Alfio Mazzoccoli volerà nella posizione di pony 9, secondo fanalino. Anche quest'anno nella posizione di solista, pony 10, il capitano Filippo Barbero. Gli ex piloti il capitano Pierangelo Semproniel di Pordenone e Luca Galli di Amatrice diventano supervisori di addestramento acrobatico. Si ripercorre la storia della Pan attraverso le immagini dei voli e delle acrobazie. E attraverso gli scatti che immortalano il Tricolore nei cieli di tutto il mondo. «Far parte delle Frecce Tricolori - ha concluso il comandante Caffelli - è un onore e un onere: un onore perché colorare il cielo con il Tricolore più lungo del mondo è una sensazione incredibile, un onere perché sentiamo tutto il peso sulle nostre spalle di fare sempre del nostro meglio e ripetere quella magia che hanno fatto i nostri predecessori che hanno dato modo a noi di vivere questa incredibile avventura». Le Frecce protagoniste non solo del volo ma anche della solidarietà. Quest'anno è stata stretta una collaborazione con l'associazione A. b. c. Burlo per i bambini nati con malformazioni. ©RIPRODUZIONE RISERVATA