Sporting, illusione finita: niente ripescaggio in A2 femminile

UDINE La Libertas Sporting Basket School Udine non farà la serie A2 femminile 2015-16. Ciò che un mese fa pareva sicuro, che tre settimane fa era certo, che settimana scorsa era in dubbio, che nel week-end precedente, dopo una riunione di Legabasket femminile, era diventato impossibile, salvo poi essere di nuovo sicuro per l'intervento della Federazione, da ieri è di nuovo impossibile perché la Fip ha fatto dietrofront, confermando la presa di posizione della Lega. Da tempo si sapeva che la formula della prossima serie A2 avrebbe previsto quattro gironi da otto squadre l'uno: per questo motivo, la Basket School aveva chiesto e ottenuto il ripescaggio, andando a completare il tabellone di 32 squadre previsto. La formula del campionato invece è stata cambiata in corsa: si giocherà con due gironi da 14 squadre, per un totale di 28 squadre e per Udine non ci sarà posto. La società friulana è giustamente furiosa: aveva operato nel rispetto delle tempistiche per l'iscrizione al campionato, chiedendo l'ammissione alla categoria superiore dopo un confronto con la stessa Federbasket, accordandosi anche con lo sponsor Delser per la stagione in serie A2. Ieri il dietrofront con la Fip che ha bloccato i ripescaggi e la Delser, rimasta con un pugno di mosche in mano, costretta a ripartire dalla serie B. Per intenderci: l'anno scorso Udine giocava in A3, dove ha raggiunto la finale dei play-off, è stata chiamata in A2 nazionale dove ha accettato di iscriversi e ora si ritrova in serie B, un torneo regionale. (f.t.)