Bortolato sente aria di casa, lancio da urlo

UDINE L'udinese Marco Bortolato, protagonista assoluto del Criterium lanci invernali che si è disputato con successo al campo Dal Dan di Paderno. In pedana nel martello, l'ex portacolori del Malignani-Libertas Udine, ora in forza alle Fiamme oro Padova, ha firmato la sua migliore misura stagionale atterrando l'attrezzo da 6,260 kg a 68,76 metri, tiro che ha ritoccato il 66,11 che aveva ottenuto nel scorso mese di febbraio alla rassegna nazionale dei lanci invernali di Lucca. Un piccolo e stimolante progresso che il pupillo del tecnico Mario Vecchiato sicuramente saprà lievitare nei prossimi impegni. Sul gradino più alto del podio femminile è salita Nadia Maffo. Migliore martellista della regione, la junior del Malignani-Libertas Udine ha chiuso la serie dei 6 lanci con 53,34 metri, spallata che ha battuto la triestina Giulia Bartolich (53,09); la gemonese Sara Copetti (49,83) e la compagna Tiffany Andreutti (48,92). Tra le nuove leve ha confermato il suo talento la cadetta udinese Isabella Martinis che ha sbaragliato le avversarie con una martellata di 52,82 metri a un metro dal record personale. Tra gli allievi il sanvitese Giovanni Gorgato è stato capace di tirare una bordata di 53,63 metri mentre la paricategoria e consocia Ludovi Pereria si è fermata a 45,41 metri. Doppietta peso-disco per l'allievo Mattia Zanot (Libertas Sanvitese) con le rispettive misure di 14,74 e 46,54 metri. Nel giavellotto il lancio più lungo è stato quello dell'allievo Isak Traore (Libertas Sanvitese) con 46,63 metri. Il cadetto Igor Bobaz, resiano che sta crescendo nel vivaio della Moggese, ha atterrato il disco a 34,28 metri aggiudicandosi la prova davanti allo spilimberghese Marco Cimarosti (30,08) e al triestino Alessio Di Blasio (28,37). Quest'ultimo primo nel giavellotto che ha fatto cadere vicino alla fettuccia di 47 metri. (v.ma.)