Paesaggi di Grafite scopre il cimitero ebraico

Secondo appuntamento, oggi a San Vito, per la serie Paesaggi di Grafite, promossa dall'associazione culturale Grafite. Alle 17.30, all'antico cimitero ebraico – bosco della Man di ferro, in località Torricella, la neonata compagnia teatrale Malkimalki dialogherà con questo luogo avvolto dalla natura e dalla storia con "Leandro titanio L'amore e l'assenza". Nello spettacolo si intrecciano narrazione e musica: si articola sulla doppia ricerca di due ebrei defunti e seppelliti nel cimitero a più di cent'anni di distanza. Shemuel ben Iudah Romanin, morto nel 1798, si sveglia furioso dalla tomba perchè qualcuno gli ha rubato la lapide e si scontra con Sara Belgrado, morta nella prima metà del '600, che canta ininterrottamente una canzone d'amore in yiddish per richiamare a sé il suo innamorato. L'intento di Paesaggi di Grafite è far riscoprire alcuni luoghi sanvitesi dimenticati. (a.s.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA