La multiutility di viale Venezia cresce

Il cda di Bluenergy Group ha affidato al presidente della società, Pietro Paviotti (foto), la delega alla comunicazione istituzionale e l'incarico a occuparsi della realizzazione della nuova sede del gruppo. Terminato l'incarico di sindaco di Cervignano, Paviotti può così dedicarsi totalmente alla crescita e al radicamento della multiutility friulana che distribuisce energia elettrica e gas a livello nazionale. Presidente Paviotti, quali sono i suoi programmi per Bluenergy? Mantenere, rafforzandolo, uno dei valori fondanti di Bluenergy: la grande attenzione riservata al cliente. Uno schema valido in Fvg. Non è complicato estenderlo a livello nazionale? Bluenergy è nata in Friuli, dov'è radicata, ma si sta espandendo in fretta anche nel resto d'Italia, dal Piemonte alla Sicilia. Lo schema dell'interfaccia con il cliente però, resta lo stesso ovunque. Quali sono le questioni che ha già dovuto affrontare da presidente? Ho incontrato il nuovo sindaco di Azzano Decimo, Comune socio di Bluenergy e ho affrontato il capitolo Tradecom, la società di Confcommercio di cui Bluenergy ha recentemente acquisito il 51% delle quote. Bluenergy vuole continuare a crescere… La società ha circa 10 anni di vita, partita con 25 mila clienti ora ne ha più di 200 mila. In questi anni ha migliorato molto la capacità di acquisire la materia prima sul mercato internazionale, investendo molto sia in risorse umane di alta professionalità sia nella fidelizzazione del cliente. Tra i progetti futuri c'è anche una nuova sede. Oramai Bluenergy dà lavoro ad un centinaio di persone, e ha necessità di dotarsi di una nuova sede, che sarà realizzata in viale Venezia. (r.e.)