Pinzano, nuovi "no" all'autostrada

PINZANO AL TAGLIAMENTO Più di 60 persone hanno partecipato a Valeriano di Pinzano alla riunione organizzata dal comitato popolare Arca, che si batte contro la realizzazione del raccordo autostradale Cimpello-Gemona. Il presidente del comitato, Alberto Durì, ha illustrato le caratteristiche del percorso sulla base del progetto preliminare di massima, evidenziandone i punti di criticità. In particolare – ha dichiarato – per quanto riguarda l'abitato di Valeriano, si prevede la presenza di un viadotto di 34 metri di altezza per l'attraversamento della ferrovia. Ma il progetto, secondo il comitato, presenta numerose altre criticità. Per esempio – ha continuato il presidente – l'impatto su 14 siti protetti tra cui Sic e Zps e la devastazione, in particolare, di un ambiente fragile e prezioso come quello del Tagliamento. Senza dimenticare la costruzione di una galleria sotto il colle di Pinzano e di un imponente viadotto per l'attraversamento dell'Arzino e della ferrovia a Pontaiba, oltre alla costruzione di un secondo possente viadotto a Cimano. Secondo Arca, che nei mesi scorsi ha iniziato a collaborare con alcune amministrazioni locali su progetti di sviluppo sostenibile del territorio pedemontano, il progetto dell'infrastruttura pone anche seri dubbi di carattere economico. Si basa su stime di traffico altissime che – ha concluso Durì –, se si dimostrassero errate, farebbero ricadere il costo dell'opera sulla collettività regionale. Inoltre esso prevede il rifacimento della superstrada Cimpello-Sequals, che diverrebbe a pagamento con pedaggi. Davide Francescutti ©RIPRODUZIONE RISERVATA